Grand Opening del Gritti Palace di Venezia, Palazzi&Gas organizza i due eventi di lancio
A
Due eventi di lancio che, a distanza di qualche mese, hanno celebrato il ritorno all’operatività del Gritti Palace, albergo-icona affacciato sul Canal Grande di Venezia, dopo 15 mesi di chiusura per i lavori di restauro che l’hanno restituito all’antico splendore e dotato di moderne facilities per la sicurezza, il lusso e il comfort.

A firmare concept, logistica e regia di entrambi l’agenzia di eventi romana Palazzi&Gas, che ha una presenza consolidata su Venezia in virtù della collaborazione con il Festival del Cinema e con le case di distribuzione cinematografica per cui organizza gli eventi durante la kermesse.

Il primo eventi si è svolto il 31 gennaio, giorno di effettiva riapertura dell’albergo, e il secondo, per un parterre di ospiti internazionali, si è tenuto su 3 giorni la prima settimana di maggio. L’evento di gennaio era quello più istituzionale, con il taglio del nastro, la conferenza stampa,  e il tour dell’albergo cui hanno partecipato 150 giornalisti italiani; la sera un gala dinner per 300 invitati (fra istituzioni, sindaco, giunta comunale e notabili veneziani) con la performance musicale della band parigina Amiel Show. “Questo primo evento era dedicato da Starwood Hotels & Resorts (del cui brand il Gritti fa parte) ai veneziani e alla città di Venezia” racconta Giampaolo Rossi, amministratore delegato di Palazzi&Gas. “Per il taglio del nastro abbiamo scelto una soluzione coreografica e diversa dal solito, installando all’ingresso dell’albergo un portale anticato, con un tendaggio che si è aperto rivelando la struttura restaurata, attraverso cui sono passati gli ospiti per entrare in albergo”.

Il secondo evento, il Grand Opening di maggio, era invece dedicato a un pubblico internazionale: 50 giornalisti e circa 100 tour operator americani membri del Luxury Board di Starwood. “Per loro abbiamo organizzato tre giorni alla scoperta di Venezia, con itinerari di visita della città, delle isole, delle collezioni d’arte” dice Rossi. Fra le attività anche un corso di cucina tenuto da Daniele Turco, executive chef della celebre Gritti Epicurean School, nonché la visita a un vetreria d’arte di Murano.

Il giorno del Grand Opening vero e proprio, il 7 maggio, è stato celebrato con una serata di gala che ha preso le mosse con l’aperitivo sulla terrazza del Peggy Guggenheim Museum, con vista sul fronteggiante Gritti Palace, e la visita privata della collezione: “Dopo l’aperitivo abbiamo riportato gli ospiti al Gritti per la cena in black tie e l’esibizione privata di due artisti di caratura internazionale che simboleggiavano le due anime del rinnovato albergo: il tenore maltese Joseph Calleja, che ha portato una nota di classicità, e la cantante Noemi, che ha dato il flair contemporaneo”.

Commenta su Facebook