Concluso l’UEFA Champions League Trophy Tour di UniCredit, oltre 150mila presenze in 9 piazze d'Italia
A
Si è concluso a Roma nello splendido scenario di Piazza del Popolo l’UEFA Champions League Trophy Tour, il roadshow che ha portato nelle piazze d'Italia la più ambita coppa di calcio europea, sponsorizzato da UniCredit e organizzato dall’agenzia di eventi Sinergie in collaborazione con la tedesca Ajoint.

Molto positivi i risultati registrati: oltre 150 mila le persone che hanno preso parte all’evento e più di 35 mila le fotografie scattate dai tifosi vicino alla coppa della UEFA Champions League nel corso delle nove tappe del tour (Milano, Verona, Torino, Venezia, Bologna, Firenze, Palermo, Napoli e Roma), che ogni anno si svolge in un diverso paese d'Europa con un format itinerante.

Come nelle precedenti, anche nelle ultime due tappe di Napoli e Roma i fan hanno potuto visitare la mostra sulla storia del trofeo, farsi fotografare con il trofeo e incontrare famosi giocatori come Ciro Ferrara e Christian Vieri. A fianco dell’UniCredit Arena, la struttura che in ogni tappa ospitava la mostra, si è giocata la UniCredit Cup, torneo di calcio giovanile che ha coinvolto 32 squadre di ragazzi under 13 del Centro Sportivo Italiano (CSI).

A fronte di questi importanti risultati, che si sono confermati all’altezza dei cospicui investimenti da parte di UniCredit, emerge il grande lavoro dell’agenzia di eventi incaricata di organizzare l'intero tour: “Uno degli aspetti più impegnativi è stato quello relativo ai permessi: con un’estenuante trattativa con Comuni e istituzioni siamo riusciti a ottenere i permessi di occupazione del suolo pubblico in tutte le principali piazze italiane, anche in alcune, come piazza del Popolo a Roma, dove da anni non si svolgeva un evento privato”, fa notare Graziano Mascheri, CEO di Sinergie.

L’agenzia ha poi ideato e organizzato le attività collaterali – che hanno coinvolto complessivamente 16.000 persone – come il gioco Chi vuol essere goleador, che consentiva alle persone in coda di alleggerire il tempo di attesa, Mini Champions, che permetteva ai bambini di vincere un fischietto brandizzato, e alcune attività presso le filiali UniCredit, che servivano da trait d'union tra l’aspetto più commerciale dell’azienda e quello ludico/aggregativo della sponsorizzazione.

“Senza dimenticare che nel primo giorno di apertura di ogni tappa UniCredit ha organizzato una cena di gala per offrire ai migliori clienti della banca un’esclusiva esperienza all’interno dell’arena UEFA. Anche di queste cene abbiamo curato tutti gli aspetti, tornando alla nostra area di specializzazione, quella degli eventi B2B” aggiunge Mascheri.

Commenta su Facebook