Tecnoconference Europe firma tecnologie ed effetti speciali per Confindustria, Unidustria e Banca Popolare dell'Emilia Romagna
A

Assemblea pubblica di Unindustria

Assemblea generale di Confindustria

Assemblea della Banca Popolare dell’Emilia Romagna

L’Assemblea generale di Confindustria che si è svolta a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, l’Assemblea pubblica di Unindustria tenutasi al Gran Teatro di Roma e l’Assemblea della Banca Popolare dell’Emilia Romagna: sono tre importanti e recenti eventi che hanno come comun denominatore la regia di Tecnoconference Europe – Gruppo del Fio, azienda di servizi e prodotti tecnologici per gli eventi.

Durante gli eventi di Confindustria e Unindustria ai quali hanno preso parte rispettivamente 2.700 e 2.500 partecipanti, Tecnoconference Europe ha impiegato un sofisticato sistema di multivideoproiezione con l’impiego di tre videoproiettori ad altissima luminosità utilizzati come se fossero uno solo, producendo un effetto molto spettacolare. In entrambi gli incontri, i presidenti delle associazioni hanno potuto pronunciare i loro discorsi utilizzando una versione ultra moderna del teleprompter, un gobbo elettronico con speciali schermi trasparenti ad altissima luminosità.

Per il secondo anno consecutivo Tecnoconference Europe ha curato tutti gli aspetti tecnologici dell’Assemblea della Banca Popolare dell’Emilia, dal progetto alla regia compresi servizi video e audio, risultati assai complessi dal momento che i lavori si svolgevano contemporaneamente in quattro sedi differenti (Fiera di Modena, Pala De André di Ravenna, Auditorium Banca della Campania di Avellino e Centro congressi ex Sir di Lamezia Terme) con la partecipazione di oltre 10.000 persone. La realizzazione degli eventi ha richiesto l’eccezionale impiego di 30 telecamere di vario tipo, di una regia emissione molto complessa, di un centro "stella" a Modena per gestire tutti i segnali audio-video e
confezionare una sorta di “canale televisivo”, di 12 videoproiettori ad altissima luminosità e risoluzione, di oltre 60 monitor di varia tipologia e dimensione, di una squadra di più di 30 tecnici nelle quattro sedi, e di un articolato sistema di collegamento a circuito chiuso fra le varie sale di ciascuna sede.

Commenta su Facebook