In scena Samsung Printing Solutions: quattro eventi per due giorni di tecnologia
A
Trasformare il lancio di un prodotto tecnologico, una linea di stampanti Samsung, in un evento emozionante, che fosse di grande impatto visivo e ricco di creatività: era l’obiettivo del Samsung Printing Solutions Launch Event, organizzato a Milano il 12 e 13 giugno scorsi. Il progetto si è articolato in una conferenza stampa, una presentazione spettacolare per i clienti, seguita da una cena, e infine una presentazione più tecnica: gli eventi si sono svolti nell’arco di due giorni per coinvolgere più di 400 ospiti.

A ideare e organizzare l’evento è stata l’agenzia Eventually, che ha lavorato in partnership con Cheil Italia (l’agenzia di comunicazione interna all’azienda) e ha puntato sulla valorizzazione dei contenuti grazie all’utilizzo di nuove tecnologie, dell’arte contemporanea e di alcune vivaci personalità artistiche.

Il lavoro più importante è stato fatto sulla location, gli East End Studios, i cui spazi sono stati trasformati in una galleria dove su grandi fogli di carta luminosi venivano proiettate immagini e keyword legate al prodotto secondo le tecniche del video mapping; al termine della galleria, un meccanismo scenotecnico rivelava i nuovi prodotti.

La presentazione del prodotto è stata suddivisa in quattro momenti diversi, con pubblici diversi, per un totale di più di 400 ospiti, anche internazionali. Si è partiti con la conferenza stampa per i giornalisti italiani ed esteri, condotta da John Peter Sloane, attore e comico di Zelig, cui ha preso parte il top management dell’azienda coreana.

Alla serata di gala sono stati invitati invece i migliori clienti, accolti dalla presentatrice Elenoire Casalegno, che ha introdotto i video di presentazione, realizzati appositamente, e i contributi di approfondimento sui prodotti; a seguire la cena, curata dallo chef Moreno Cedroni, che ha studiato la mise en place allineandosi al concept dell’evento, giocando con il colore e la luce, e offrendo una performance teatrale-gastronomica accompagnata dall’assolo pianistico del Maestro Alessio Scialò.

A chiudere la serata, con un cambio di scena e di illuminazione per avvicinarsi alle atmosfere dei locali jazz come il Blue Note, si è esibito il cantante e dj Nick The Nightfly.

Il giorno successivo è stato dedicato agli addetti ai lavori, che grazie ai tecnici specializzati dell’azienda hanno potuto scoprire più nel dettaglio le caratteristiche del prodotto.

Commenta su Facebook