Da settembre voli KLM a biokerosene fra Amsterdam e Parigi
A
Il vettore olandese KLM, per sei anni consecutivi ai vertici dell’indice Dow Jones Sustainability, registra un nuovo traguardo: dal prossimo settembre saranno operativi tra Amsterdam e Parigi più di 200 voli alimentati da biokerosene derivato da oli usati in cucina.

Dal 2007 impegnata nella ricerca di biocarburanti, KLM ha precisato che verranno utilizzati anche altri tipi di carburanti, a condizione però che soddisfino criteri legati allo sviluppo sostenibile quali la riduzione di emissioni e il minimo impatto sulla biodiversità e la catena alimentare, che abbiano caratteristiche simili al combustibile tradizionale e non richiedano modifiche ai motori o alle infrastrutture.

Il biokerosene è prodotto da Dynamic Fuels con il supporto di SkyNRG, il consorzio creato nel 2009 per sviluppare la produzione di biocarburanti da KLM, North Sea Group e Spring Associates che si avvale della consulenza di organi indipendenti quali il WWF olandese, l’associazione internazionale Solidaridad e l’Istituto Copernico dell’Università di Utrecht.

“L’obiettivo del 100% di biocarburante è ambizioso. I costi dei biocarburanti devono abbassarsi significativamente e in maniera definitiva e questo può essere fatto solo tramite l’innovazione, la collaborazione e un impianto legislativo che ne stimoli lo sviluppo e garantisca un’onesta competizione” ha dichiarato Camiel Eurlings, managing director del programma biokerosene di KLM.

Commenta su Facebook

Altro su...

CSR

Compagnie aeree

KLM