Il Centre Pompidou di Parigi compie 40 anni: un’agenzia italiana produce il party dell’evento celebrativo con tre star del cinema alla consolle
A
Sono passati 40 anni dalla fondazione del Centre Pompidou di Parigi, museo d’arte moderna e contemporanea fra i più famosi d’Europa, e la ricorrenza è stata celebrata il 23 ottobre con un evento a doppia firma italiana.

Organizzato dall’associazione Amici del Museo, l’evento ha occupato due interi piani del Centre Pompidou. Al quinto piano è andata in scena Opera Pompidou, perfomance di canto, musica e teatro diretta dall’artista bresciano Francesco Vezzoli, con cantanti e musicisti dell’Operà di Parigi in costumi firmati da Prada che “dialogavano” con alcune delle opere d’arte esposte nel museo.

La serata è proseguita al sesto piano con il party per 500 esponenti della cultura, dell’arte e dell’imprenditoria parigina organizzato da Punk for Business, l’agenzia milanese parte di Worldwide Shows Corporation al suo debutto in una produzione nella capitale francese.

In uno spazio disposto a “L”, Punk for Business ha allestito due aree, una adibita a bar e l’altra a sala per le danze. Sulla parete dietro al bancone dell’area bar luci di colore rosso (il colore della serata) si mixavano con proiezioni dei film più celebri del regista Luis Buñuel, le cui opere visionarie e surreali creavano nei partecipanti una sorta di "continuità emotiva" con la performance di Vezzoli appena conclusa. Nell’area dedicata al ballo, la selezione della musica veniva compiuta da Catherine Deneuve, Adriana Asti e Carole Bouquet, attrici e muse di Buñuel che per una serata si sono cimentate alla consolle in veste di dj.

Commenta su Facebook