In Gattinoni nuova figura manageriale: Isabella Vallini entra nel gruppo come direttore operativo delle 4 divisioni eventi
A

Isabella vallini

Una nuova figura manageriale entra nell’organigramma del Gruppo Gattinoni, che dopo anni di crescita nel settore degli eventi ottimizza ora l’organizzazione interna con l’inserimento nel team di un chief operating officer che avrà la responsabilità di coordinare le 4 business unit dedicate al segmento: Incentive & Event, Communication, Made in Italy (la destination management company) e Healthcare, la nuova divisione dedicata agli eventi farmaceutici.

Ad assumere la nuova posizione è Isabella Vallini, che entra in Gattinoni dopo 17 anni trascorsi nell’agenzia pubblicitaria internazionale MullenLowe Group. Classe 1971, laurea in economia, la Vallini ha esperienze trasversali, essendosi occupata sia di creatività che di strategie, sia di gestione progetti che di organizzazione dei processi e delle risorse.

“Volevamo rafforzare e rendere più efficiente l’area dedicata agli eventi”, dice il presidente del gruppo Franco Gattinoni, “perché dopo anni di crescita di volumi e risorse umane abbiamo avvertito la necessità di migliorare l’organizzazione interna. Le competenze di Isabella Vallini contribuiranno al percorso di managerialità che stiamo perseguendo nell’ottica di strutturarci a tutti gli effetti come gruppo”.

In Gattinoni la nuova chief operating officer sarà infatti una figura trasversale, che gestirà il flusso operativo quotidiano, solleciterà il rispetto delle delivery e stimolerà la partecipazione alle gare, puntando non solo sulla parte logistica già molto nota sul mercato, ma soprattutto sulla creatività e la comunicazione, elementi che più sono nelle sue corde.

“Vengo da una carriera nella comunicazione integrata”, commenta Isabella Vallini, “e questo è il valore aggiunto che porterò all’azienda. L’obiettivo che mi pongo è ‘sedurre’ i clienti con concetti nuovi: oggi nel MICE il servizio e la logistica ineccepibili sono elementi assodati, mentre il settore ha molto bisogno di idee e di un approccio fresco ai progetti”.

Commenta su Facebook