Balich Worldwide Shows firma le cerimonie dei Giochi Asiatici in Turkmenistan: 750 persone nel team dell’agenzia, 7mila i performer in scena
A
Sono state un inno allo spirito sportivo e alle tradizioni culturali locali le cerimonie che nella capitale del Turkmenistan Ashgabat hanno inaugurato e chiuso la 5° edizione dei Giochi Asiatici Indoor e di Arti Marziali, “olimpiade regionale” che dal 17 al 27 settembre ha visto 4.500 atleti provenienti da 62 paesi di Asia e Oceania sfidarsi in 21 discipline.

Le cerimonie si sono svolte nel nuovo Ashgabat Olympic Stadium davanti a un pubblico di 45mila persone e sono state prodotte su incarico del Comitato Olimpico Asiatico dall'agenzia italiana Balich Worldwide Show, scelta per l’esperienza nella produzione di spettacoli olimpici. Alla direzione creativa esecutiva Marco Balich, affiancato da un team di 750 persone da 39 paesi che ha lavorato ai due show per 6 mesi, coinvolgendo 7.600 performer per la cerimonia di apertura e 4.500 per quella conclusiva.

I Giochi Asiatici si sono chiusi con uno spettacolo in 8 atti cui ha dato il via lo spegnimento della fiaccola olimpica che per tutta la durata della manifestazione aveva bruciato su un’imponente statua a forma di testa di cavallo allestita sulla sommità dello stadio.

Lo show è stato poi un susseguirsi di esibizioni corali di danza e musica che hanno celebrato la tradizione culturale del Turkmenistan e il fair play sportivo; il programma ha previsto anche la proiezione, su un sipario circolare di 27 metri di diametro, di un video che alternava immagini delle bellezze artistiche e naturali del paese e dei momenti più salienti dei giochi.

Elemento dominante della scenografia era un gigantesco cilindro di 30 metri di diametro: sospeso a un’altezza di 30 metri dal centro dello stadio grazie a un complesso sistema di cavi, il cilindro era una macchina scenica che fungeva anche da schermo per proiezioni e da supporto per le performance aeree.

Momento particolarmente spettacolare della cerimonia è stato l’entrata in scena di 100 corridori che hanno sfrecciato su piste luminose accompagnati dalla proiezione di immagini interattive, luci al neon e musica elettronica.

Commenta su Facebook