È partito “Il Viaggio della Costituzione”, tour multimediale in 12 tappe firmato Next Group che racconta i valori della nostra democrazia
A
Un tour lungo un anno, che porterà in 12 città uno dei tre testi originali della Costituzione in uno spazio espositivo aperto a tutti i cittadini, con una mostra multimediale e un palinsesto di incontri e convegni che faranno da corollario all’esposizione. È partito da Milano “Il Viaggio della Costituzione”, progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione del 70° anniversario della promulgazione della Carta fondamentale della Repubblica per invitare tutti gli italiani a cogliere e condividere l’attualità del pensiero che l’ha ispirata.

A firmarne il progetto il raggruppamento di imprese composto da Next Group, Spencer & Lewis e Open Solution, che nei mesi scorsi si è aggiudicato, per un importo pari a poco meno di 500mila euro, la gara per la realizzazione: Next Group (che ha sviluppato il concept del progetto) cura l’organizzazione e la gestione della mostra itinerante e dei convegni; Spencer & Lewis si occupa delle attività di ufficio stampa, digital PR e gestione di sito e blog e Open Solution Group è responsabile degli aspetti tecnici e logistici degli allestimenti.

La cerimonia inaugurale si è tenuta l’11 settembre a Palazzo Reale, alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala e del presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni; dopo Milano il tour toccherà Catania, Reggio Calabria, Bari, Cagliari, Aosta, Roma, Venezia, Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia, laddove a ogni città è associato uno dei primi 12 articoli della Carta e un tema specifico che farà da filo conduttore della tappa.

L’esposizione della Costituzione è accompagnata da approfondimenti grafici e multimediali, con una mostra di filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave e commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Costituzione con un atto simbolico: l’apposizione della propria firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti.

Commenta su Facebook