Campus Fandango Club porta in Italia Man's World: il nuovo evento di lifestyle per il pubblico maschile debutterà a Milano
A
Arriverà a Milano il prossimo maggio la prima edizione italiana di Man's World, la fiera-evento a forte componente esperienziale dedicata al lifestyle maschile che ha debuttato l’anno scorso a Zurigo e che già quest’anno farà tappa anche a Losanna e Amburgo. Ad adattare il format al mercato italiano sarà Campus Fandango Club, società di event management milanese che della trasformazione delle fiere in eventi ha fatto uno dei propri principali filoni di business, con la gestione di Milan Games Week, consumer show dedicato ai videogiochi, e  da quest’anno anche del Salone Franchising Milano e di G! Come Giocare.

Dai modellini di automobili alle automobili vere, passando per sigari d'annata, whisky pregiati, orologi di lusso, completi sartoriali e novità tecnologiche, Man's World riunisce per due giorni espositori prodotti dedicati al target maschile; la manifestazione nasce dalla constatazione, dice Daniel Rasumowsky, uno dei tre svizzeri che ne hanno ideato il format, che “gli uomini sono spesso acquirenti pigri e impulsivi: per questo abbiamo voluto riunire in un unico luogo questo target con una selezione accurata di prodotti, marchi e servizi di alta qualità”.

L’idea di Man's World è piaciuta subito a Marco Moretti e Michele Budelli, presidente e amministratore delegato di Campus Fandango Club, e alla luce del successo delle prime due edizioni di Zurigo l'agenzia è divenuta licenziataria del marchio e del format per l’Italia, che porterà in una location ancora da definire gestendone vendita agli espositori, organizzazione, allestimenti e comunicazione. “È un format che sa offrire esperienze originali a due livelli” spiega Budelli. “Da un lato c’è il pubblico, prevalentemente maschile ma con una percentuale anche femminile, che è attratto dall’idea di trovare in un unico luogo ciò che lo appassiona, si tratti di esperienze culinarie, di momenti lifestyle o di cura di se stessi. Dall’altro lato ci sono gli espositori, che beneficiano di un format esperienziale a 360 gradi, dove i loro prodotti sono collocati in un contesto in linea con le aspettative del target”.

Un modello di business che funziona, secondo Marco Moretti: “La nostra missione è quella di creare eventi memorabili e trasformare le fiere in evento, e Man’s World costituisce un passaggio cruciale della nostra strategia. Per la prima edizione le nostre stime più caute parlano di circa 15mila visitatori”.

Commenta su Facebook