Sviluppo internazionale per +39 Italy: la DMC aprirà nuove sedi con il brand The + World e il supporto di due "super" consulenti
A

Lorenzo Pignatti

Espansione internazionale, con DMC di proprietà operative nelle principali destinazioni europee e specializzate in servizi di alto livello per l’incoming di eventi corporate: è un progetto ambizioso quello che Lorenzo Pignatti, CEO di +39 Italy, ha messo in pista con obiettivi di lungo termine. L’idea è quella di costituire una rete articolata di sedi che, con il brand The + World, possano garantire ai clienti un’esperienza coerente su una molteplicità di destinazioni, massimizzando nel contempo i vantaggi logistici, operativi, contrattuali e finanziari.

“La novità è che non si tratta di un network di DMC, cioè di agenzie che si consorziano per collaborare”, spiega Lorenzo Pignatti a Event Report, “bensì di un progetto di sviluppo internazionale con apertura di nuove sedi di proprietà e gestite direttamente”. Pignatti opera in Italia con il DMC +39 Italy e due anni fa ha cominciato a lavorare fuori dai confini nazionali con il DMC +34 Spain (frutto dell’acquisizione del ramo di business di AlliedPRA) e con +351 Portugal, agenzia costituita ex novo con ufficio a Lisbona.

Il supporto per proseguire con uno sviluppo internazionale strutturato e su più larga scala arriverà da Patrick Delaney e Pádraic Gilligan, gli esperti irlandesi del destination management fondatori del gruppo Ovation (che poi hanno ceduto agli svizzeri di MCI), cui Pignatti ha dato un incarico di consulenza pluriennale – attraverso la loro società SoolNua – finalizzato alla costruzione della rete internazionale di DMC.

“Delaney e Gilligan hanno fatto con Ovation quello che vogliamo fare noi con The + World” dice Pignatti, “e con la loro esperienza ci aiuteranno a identificare le destinazioni dove aprire le nuove sedi, implementare le procedure gestionali interne proprie di una DMC multinazionale e ricercare i giusti ‘talenti’ per avviare l’attività”. Il progetto non è tanto quello di acquisire agenzie esistenti, dice Pignatti, quanto invece quello di aprirne di nuove: “A meno che non ci siano DMC espressamente interessate a entrare nel nostro mondo è più probaile che percorreremo la strada della costituzione di nuove società”. Le prossime aperture potrebbero essere a Londra e Parigi, ma nulla è ancora confermato. “Al momento” conclude Pignatti, “l'obiettivo è quello di due nuove sedi nei prossimi tre anni, e poi si vedrà”.

© Event Report – riproduzione riservata

Commenta su Facebook

Altro su...

DMC