AIM Group acquisisce nuovi eventi internazionali e amplia il portfolio fuori dal settore medico-scientifico
A

Patrizia Buongiorno

Con 5 grandi congressi acquisiti negli ultimi mesi, AIM Group International rafforza il proprio posizionamento sul mercato degli eventi internazionali e amplia il raggio d’azione anche al di fuori del settore medico-scientifico dove tradizionalmente concentra la propria attività.

Prima fra le più recenti acquisizioni, annuncia la società di organizzazione congressuale, è la IFC’s Global Debt Mobilization, conferenza promossa da World Bank Group che si terrà a Madrid a settembre 2017 e che è stata assegnata ad AIM Group in virtù delle positive esperienze pregresse con il committente. Poi il congresso della European Ceramic Society, che si svolgerà a Torino a giugno 2018 e per il quale sono attesi 1.500 delegati. Altra acquisizione in campo non medico-scientifico è la IBA Conference, la conferenza internazionale dell’International Bar Association, la maggiore organizzazione mondiale che riunisce i professionisti del settore legale. All’evento, in calendario a dicembre 2018 presso il Roma Convention Center La Nuvola, prenderanno parte 4.000 delegati.

In ambito medico-scientifico, invece, la più recente acquisizione di AIM Group è il congresso annuale ADI (Alzheimer’s Disease International), che si terrà a Milano nel 2019 con circa 1.200 partecipanti. Infine, un’assegnazione extra europea: quella del meeting annuale della Reproductive Health Supply Coalition, partnership pubblico-privata i cui membri si incontraranno a Dakar, in Senegal, a ottobre 2017 e che riconferma AIM Group come organizzatore dopo la positiva collaborazione per l’edizione 2016 dell’evento, tenutasi negli Stati Uniti.

“Stiamo lavorando con impegno e determinazione” commenta Patrizia Buongiorno, vicepresidente di AIM Group International. “I nostri team propongono un approccio strategico nella gestione degli obiettivi dei clienti che si traduce nel misurarli e mantenerli mettendo al centro la customer experience. La nostra vision è considerare non solo le necessità attuali dei clienti, ma cercare di anticipare il futuro. E il modo migliore per anticipare il futuro dei clienti è aiutarli a crearlo”.

Commenta su Facebook