A Roma il Capodanno cinese: 5mila persone allo show con 100 performer, firma The Gate Communication
A
Il Capodanno cinese, che coincide con il secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno, è caduto quest’anno il 28 gennaio e oltre 5mila persone sono scese in piazza a Roma per partecipare a quella che è non solo una festa tradizionale, ma anche un’occasione per diffondere la cultura cinese al di là degli stereotipi.

Promosso dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia e patrocinato da Roma Capitale e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Capodanno cinese è stato organizzato dall'agenzia The Gate Communication che ne ha curato gli allestimenti, la scenografia e le attività di pr e comunicazione, impegnandosi particolarmente nel gestire la logistica sul suolo pubblico.

L’evento si è infatti svolto interamente all’aperto, e proprio nel centro della città. Dopo la parata del dragone lungo via del Corso le celebrazioni sono entrate nel vivo in piazza del Popolo: sul palcoscenico predisposto dall’agenzia l’ambasciatore cinese in Italia Li Ruiyu, il sindaco di Roma Virginia Raggi e il sottosegretario del Mibact Dorina Bianchi hanno inaugurato i festeggiamenti colorando gli occhi sino a quel momento bianchi del dragone. Concluso il momento istituzionale il palco si è trasformato nel set colorato di uno show in cui si sono esibiti più di 100 tra acrobati, danzatori, atleti e maestri di arti marziali scelti dall’ambasciata, molti dei quali giunti dalla Cina appositamente per l’evento.

Il Capodanno è stato una festa, ma anche un evento di promozione territoriale: di fronte al palcoscenico The Gate Communication ha allestito 9 stand, fra cui quelli dell’ente del turismo cinese e degli uffici culturali dell’ambasciata, dove il pubblico poteva trovare informazioni sulle attrattive del paese e sulle sue tradizioni. A concludere l’evento è stata proprio una tipica forma artistica cinese, quella cioè della pirotecnia, con i fuochi d’artificio sparati dalla terrazza del Pincio.

Commenta su Facebook