Filmmaster Events diventa content provider per Sharing Italy, il format sull’eccellenza imprenditoriale italiana di Intesa Sanpaolo
A
Non più solo produttore di eventi, ma anche dei contenuti degli eventi stessi. È questo il nuovo servizio che Filmmaster Events inaugura per Sharing Italy, l’evento voluto e promosso da Intesa Sanpaolo dove pensatori innovativi e imprese d’eccellenza immagineranno insieme il futuro economico e imprenditoriale dell’Italia.

Per l'evento, che si svolgerà il 30 e 31 marzo a Torino, nel grattacielo sede del gruppo bancario, Filmmaster Events ha proposto, sotto la direzione creativa di Alfredo Accatino, argomenti trasversali al core business della banca e un format di condivisione innovativo. Le 150 aziende che Intesa Sanpaolo selezionerà tra le più talentuose del paese si confronteranno su temi come la digitalizzazione, l’internazionalizzazione, il cambiamento e i nuovi scenari di business non durante una conferenza, ma sedendo a 30 tavoli tematici con 40 ospiti italiani e internazionali. Le due giornate includeranno anche presentazioni di startup, incontri e momenti di spettacolo che animeranno praticamente tutti i 38 piani del grattacielo firmato da Renzo Piano, dove oltre agli uffici del personale si trovano anche un auditorium, uno spazio espositivo, un ristorante e una serra bioclimatica.

Sharing Italy è stato presentato lunedì scorso nella sede milanese della banca di piazza Belgioioso con una conferenza stampa – organizzata da Filmmaster Events – cui sono intervenuti per Intesa Sanpaolo il direttore relazioni esterne Vittorio Meloni e il responsabile della divisione Banca dei Territori Stefano Barrese, e poi una serie di ospiti: Franco Bolelli, il filosofo e scrittore che indaga l’evoluzione umana e le dinamiche della crescita, Davide Dattoli, il giovane CEO del network di coworking Talent Garden e Marilisa Allegrini, l’imprenditrice vitivinicola candidata all’Oscar del vino. Presente anche il designer Luca Alessandrini, creatore del primo violino realizzato in tela di ragno che per l’occasione è stato suonato dal violinista Davide Laura.

Commenta su Facebook