Convention Itas: a Milano 780 dipendenti scoprono un milione di nuove opportunità con la regia di Adverteam
A
L’importanza di saper cambiare prospettiva per cogliere tutte le opportunità che si presentano lungo il percorso: questo il tema della convention che la compagnia di assicurazione Itas ha organizzato a Milano a inizio dicembre per presentare a oltre 780 dipendenti del Nord e Centro Italia il bilancio del 2016 e i progetti futuri.

A organizzare l’evento, curandone sia la regia sia la logistica, è stata Adverteam, l’agenzia che aveva già firmato la convention Itas dello scorso anno sviluppando il concept Un Milione di… per accompagnare tutti gli eventi del gruppo, di cui dallo scorso agosto cura anche la comunicazione. Il titolo della convention precedente era stato Un Milione di legami, scelto per evocare l’ampliamento della società con l’acquisizione di Rsa; il titolo di quest’anno è stato invece Un Milione di opportunità, per sottolineare come il percorso per raggiungere l’obiettivo del milionesimo assicurato sia ricco di occasioni da prendere al volo.

La convention si è svolta nella Fabbrica Orobia 15, location di atmosfera industriale trasformata per l'occasione in un locale in stile newyorkese con allestimenti e scenografie realizzati da Adverteam in collaborazione con Giò Forma. Ad aprire i lavori è stata la proiezione del video realizzato da Adverteam sviluppando il tema dell’evento con la metafora del viaggio, perché nessuno più del viaggiatore cambia continuamente prospettiva lungo il proprio percorso.

Il video, che ha avuto come autore Marco Belloni, già artefice della narrazione di Padiglione Italia all'Expo, raccontava i progetti sviluppati da Itas durante l’anno attraverso le immagini dei dipendenti alle prese con esperienze lontane dal vissuto quotidiano quali fare l’autostop, partecipare a una battuta di pesca e fare una gita in sidecar e in tandem.

Dopo il benvenuto del management, il bilancio delle attività del 2016 e il kick-off per i progetti futuri, la convention è prosguita con gli interventi dei dipendenti che hanno aggiornato i colleghi sui propri progetti e si è conclusa con la cena e le danze sulle note del dj set di Nora Bee.

Commenta su Facebook