Vorwerk Contempora a Barcellona per la convention della forza vendita, sorpresa finale per i 2mila partecipanti
A
Sono arrivati da con voli charter e di linea da tutti gli aeroporti italiani gli oltre 2mila fra agenti di vendita e manager che Vorwerk Contempora, l’azienda del robottino per la cucina Bimby, ha invitato a Barcellona per una convention di due giorni ad alta valenza motivazionale. L’idea era infatti quella di offrire ai partecipanti un evento dove ci fossero sì momenti istituzionali e di business, ma che fosse prevalemente incentrato su attrazioni, soprese e performance di alto livello.

L’evento è stato prodotto in tutte le sue parti da Gattinoni, che se lo è aggiudicato proprio in virtù della proposta artistica che ne costituiva l’aspetto preponderante, con un'ospitalità a cinque stelle: gli alberghi dove sono stati ospitati i partecipanti è stato infatti un portfolio di strutture che includeva fra gli altri anche il W Barcellona, il Majestic, il Palace, l’Alma e l’Arts.

Cuore dell’evento è stata la serata di gala organizzata al Palau Sant Jordi, la struttura olimpica che sorge sulla collina Montjuic e che è stata allestita da Gattinoni per ricreare l’atmosfera più tipica barcellonese: artisti di strada, tapas in corner personalizzati, musica, mille palloncini con il logo dell’azienda e due grandiosi palloni sospesi in aria, personalizzati con i colori dell’evento, in una scenografia ispirata all’artista Gaudì, fil rouge di tutto l’evento.

Per i partecipanti, in prevalenza donne, un aperitivo in terrazza con vista sulla città e poi una lunga notte spagnola, con momenti istituzionali e momenti di spettacolo che si sono alternati sui 40 metri di palco sovrastati da 5 schermi led dove venivano proiettati video di brand, immagini della città e di Gaudì, in un collage con show di ballerini e la performance del “gigante di luce” Dundu.

A intervallare la cena le esibizioni del cantante spagnolo Alvaro Soler e dell’attrice comica Virginia Raffaele; dopo il brindisi e il taglio della torta finale, accompagnato da fuochi d’artificio, la sorpresa finale: il concerto di Claudio Baglioni, con i 2mila partecipanti che l’hanno accompagnato in coro. Il giorno seguente, tour della città con pranzo in ristoranti tipici e poi il rientro in Italia.

Commenta su Facebook