CartOrange ricerca 50 consulenti di viaggio anche senza esperienza nel turismo, per la formazione c'è la Travel Academy
A
I consulenti di viaggio “in organico” sono già 450 in tutta Italia, ma CartOrange, la prima azienda che ne ha introdotto la figura nel nostro paese, ne ricerca altri 50 da inserire nel circuito entro fine anno. Quella del consulente di viaggio è uno dei nuovi mestieri del turismo: si tratta di un professionista legato a un’agenzia (in questo caso CartOrange) ma che opera in maniera autonoma e flessibile, fuori dalle mura dell'ufficio, ed è specializzato nel proporre ai propri clienti un’offerta turistica di alto livello con un servizio personalizzato.

“Come un sarto confeziona al suo cliente un vestito su misura, così il consulente di viaggio propone viaggi personalizzati in ogni aspetto” spiega il responsabile formazione di CartOrange Renato Valenti. “Oltre a saper proporre viaggi innovativi, diversi da quelli dei classici cataloghi, il consulente offre anche la comodità del servizio, perché incontra i clienti a casa o sul loro posto di lavoro”.

I candidati possono avere o non avere esperienza pregressa nel turismo: a chi viene selezionato CartOrange eroga la formazione necessaria attraverso la propria Travel Academy, con sessioni in aula e online. I contenuti trattati spaziano dal prodotto turistico alle tecniche di vendita, dal personal branding alla gestione del cliente, e durante le lezioni sono coinvolti enti del turismo, tour operator, compagnie di navigazione, catene alberghiere e una compagnia di assicurazioni.

Gli interessati possono inviare la propria candidatura tramite l’apposito form sul sito di CartOrange.

Commenta su Facebook