Se la location è il ponte di una portaerei: la sfida tecnologica del vertice Renzi-Merkel-Hollande a Ventotene
A
Non è stato un vertice come gli altri quello che lo scorso 22 agosto ha riunito il premier italiano Matteo Renzi la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande per discutere del futuro dell’Europa proprio nel luogo dove l’Europa, intesa come federazione di stati, fu concepita nel 1941 da Altiero Spinelli. A prescindere da temi e contenuti, ciò che lo ha distinto è stata la complessità logistico-tecnologica.

Il meeting si è svolto infatti a bordo della portaerei Garibaldi, ancorata al largo dell’isola di Ventotene, con un programma che ha previsto la conferenza stampa sul ponte di atterraggio e l’incontro trilaterale all’interno della nave. Il service tecnologico che ha fornito tutti i servizi audio video e luci è stato Tecnoconference Europe-Gruppo Del Fio, cui l’incarico è stato affidato all’ultimo minuto e in piena stagione di ferie estive.

Il service si è quindi organizzato in tempi record per gestire la sfida, di cui la conferenza stampa sul ponte era l’aspetto più complesso: già una portaerei non è una sala congressi, in più ogni volta che un elicottero atterrava e ripartiva – coi 40 nodi di vento che creava nel raggio di 500 metri – occorreva smontare e rimontare tutte le attrezzature.

Nonostante gli impedimenti Tecnoconference Europe ha allestito l’impianto di traduzione simultanea (un sistema di diffusione a infrarosso che funziona anche in piena luce solare) per i 300 giornalisti e le delegazioni presenti, un potente impianto audio, l’impianto luci per le riprese Rai e la distribuzione del segnale ai vari network televisivi.

Più “rilassati” gli allestimenti per il meeting vero e proprio, che si è svolto a porte chiuse nel circolo ufficiali della portaerei. Per i tre leader e i loro staff Tecnoconference Europe ha approntato l’impianto di traduzione simultanea (italiano, francese e tedesco), il conference system e le riprese AutoDome per le interpreti.

Commenta su Facebook