Wi-fi in aereo: entro il 2019 sarà disponibile sulla maggior parte dei voli, si va verso la riduzione delle tariffe
A
Tra pochi anni si potrà volare rimanendo sempre connessi, come desidera l’85% dei viaggiatori. Entro il 2019 infatti il 74% delle compagnie aeree metterà a disposizione dei passeggeri il wi-fi, servizio che oggi è offerto solo dal 33% dei vettori, con un costo compreso nel prezzo del biglietto o, comunque, a tariffe inferiori a quelle attuali.

La previsione è della società specializzata nell’information technology del trasporto aereo Sita, la quale nell’Airlines Trends Survey 2016 afferma che offrire il wi-fi la mossa più decisiva intrapresa dal settore dell’aviazione civile sul fronte dell'IT per migliorre l’esperienza del volo.

Secondo la ricerca nei prossimi 3 anni la metà delle compagnie aeree implementerà gli investimenti sul wi-fi con un duplice obiettivo: consentire ai passeggeri di mantenere aperti i canali di comunicazione e utilizzare i propri dispositivi per consumare contenuti personalizzati e multimediali (film, video, musica in streaming etc) per tutt la durata del volo.

Gli stanziamenti per potenziare il wi-fi saranno accompagnati da quelli per garantire la sicurezza dei dati trasmessi. La quasi totalità delle compagnie aeree (91%) prevede infatti di dedicare budget allo sviluppo di strumenti per gestire i rischi informatici, esigenza che solo 3 anni era sentita da meno della metà (47%) dei vettori.

Commenta su Facebook