World Ducati Week da record: a Misano 81mila "ducatisti" da 66 paesi per 3 giorni, Triumph Group coinvolta nell’organizzazione
A
Organizzata da Ducati per promuoversi, coinvolgere il proprio pubblico e soprattutto per rafforzare il senso di appartenenza al brand della propria community mondiale, la World Ducati Week che si svolge nell’autodromo romagnolo di Misano aumenta in dimensione e affluenza di pubblico.

Quest’anno l’area occupata dal villaggio Ducati è stata di 90mila metri quadrati, l’80% in più rispetto alla precedente edizione del 2014, e da record è stata anche l’affluenza del pubblico: dal 1° al 3 luglio i ducatisti arrivati in Romagna da 66 paesi sono stati 81mila, contro i 65mila di due anni fa. Per raggiungere il risultato Ducati non ha fatto economia di risorse interne: oltre 200 tra operai, impiegati e dirigenti dell’azienda hanno fatto parte del team organizzativo dell’evento.

Il format che cresce
Detto che quella di inizio mese è stata un’edizione particolare perché coincideva con le celebrazioni per i 90 anni della casa motociclistica e perché il weekend in cui si è svolta era strategicamente quello della Notte Rosa, l’evento diffuso più partecipato d’Italia, il successo della World Ducati Week risiede nel suo format. Il raduno è infatti rimasto fedele alla sua formula originaria: un happening con feste, parate in moto, spettacoli, concerti, scuole di guida, gare in pista con i piloti Ducati MotoGP e Superbike e anteprime di nuovi modelli. A cambiare è l’estensione dello spazio del paddock nel quale l’evento si svolge, che cresce di anno in anno richiedendo un notevole sforzo allestitivo.

Il contributo di Triumph Group
Tre mesi di lavoro e uno staff di 150 persone (fornitori compresi) sono stati impiegati da Triumph Group International per curare gli allestimenti del villaggio. L’agenzia ha personalizzato e brandizzato con grafiche dedicate tutte le aree, compreso lo stand Lamborghini, e realizzato la Closed Room, una "casetta” dove 5mila persone hanno ammirato in anteprima mondiale la nuova Supersport Ducati che sarà presentata ufficialmente a EICMA, l’esposizione mondiale del motociclismo che si terrà a novembre a Milano.

Triumph ha firmato inoltre alcune attività di intrattenimento, fra cui la prima edizione degli International Biker Games, i giochi sul modello dei mai dimenticati Giochi senza frontiere che, dislocati in tutte le aree del villaggio, hanno visto sfidarsi dipendenti Ducati e appartenenti ai Club Ducati di 8 paesi. In collaborazione con Ducati, l’agenzia ha poi organizzato lo Scrambler Party all’Acquafan di Riccione: migliaia di ducatisti alla guida delle proprie due ruote hanno raggiunto la location, riservata in esclusiva, per festeggiare tra scivoli e piscine con uno schiuma party sulle note delle hit degli anni Novanta. La serata finale è stata invece all’insegna della musica italiana contemporanea. Nello stadio Santamonica di Misano Adriatico, adiacente al circuito automobilistico, si è infatti esibito il cantante e ducatista doc Piero Pelù.

La World Ducati Week è stata organizzata secondo criteri di sostenibilità economica, ambientale e sociale che le sono valsi la certificazione ISO 20121 e il “titolo” di primo evento sostenibile nel mondo delle due ruote.

Commenta su Facebook