AIM Group: fatturato a 114 milioni per 3mila eventi l’anno: i 380 dipendenti riuniti a Milano per la convention annuale
A
Un fatturato di 114 milioni di euro e un margine operativo lordo di 4 milioni, per un totale di 3mila eventi organizzati in un anno (la media è di 8 eventi al giorno): questi i dati 2015 di AIM Group International che il presidente Gianluca Buongiorno ha presentato la scorsa settimana ai collaboratori degli uffici italiani e di quelli esteri riuniti in convention a Milano, sottolineando che i numeri confermano gli obiettivi di crescita della società posizionandola come il maggior player italiano che opera nel campo dell'organizzazione eventi e congressi a livello internazionale.

L’evento si è svolto all’NH Hotel Milano Congress Center di Assago, e vi hanno partecipato 380 collaboratori (il 41% ha meno di 35 anni) inclusi i 90 provenienti dagli uffici esteri di AIM Group, che presidia 11 città europee e due americane. Nel corso della convention l’amministratore delegato Gianluca Scavo ha inoltre presentato il business plan fino al 2019, evidenziando una proiezione di crescita del 25%. Le parole chiave sono state diversificazione, efficienza operativa e dei processi e soprattutto velocità e flessibilità per adattarsi a un mercato in cambiamento, con un percorso incentrato su prossime aperture e nuove acquisizioni.

La convention di Milano è stata anche l’occasione per “fare squadra” e offrire allo staff un momento di formazione: un nutrito panel di speaker (fra cui il coach Alessio Brusemini, l’ideatore di Rockin’1000 Fabio Zaffagnini, lo “psicologio della vendita” Sebastiano Zanolli e Patrick Delaney, consulente e organizzatore molto noto nella community internazionale degli eventi) ha affrontato temi quali le nuove skill che fanno la differenza professionale, la relazione con il cliente, la comunicazione digitale, la viralità e il public speaking. Non sono mancati momenti di forte emozione e motivazione, con alcuni spunti sull’importanza delle differenze culturali e sulla possibilità di realizzare i propri sogni.

“Abbiamo messo in campo una squadra molto forte” ha detto in conclusione Gianluca Buongiorno. “Negli ultimi tre anni abbiamo accelerato per dare all'azienda un futuro in ascesa e intendiamo proseguire con determinazione in questa direzione”.

Commenta su Facebook