Convention Belron: in 1.200 a Lisbona per le olimpiadi degli installatori di cristalli d’auto, firma Next Group
A
Un evento può rendere il lavoro quotidiano materia di competizione internazionale. È ciò che è accaduto a Lisbona durante la convention mondiale Belron, l’azienda che opera nella riparazione e la sostituzione dei cristalli delle auto (nota in Italia con il marchio Carglass) e che a maggio ha trasformato il proprio meeting biennale di due giorni in un’olimpiade dell’automotive con 27 paesi in gara.

L’evento Best of Belron è stato prodotto da Next Group, che ne ha curato organizzazione e comunicazione attraverso le divisioni The Next Event e The Next World, con l’obiettivo di unire in un unico evento team building, spettacolarizzazione e formazione per 1.200 tra partner, clienti, giornalisti e dipendenti.

Sede dei lavori è stata la Meo Arena, una delle più grandi in Europa: nei suoi 5.500 metri quadrati il team di The Next Event ha allestito un vero e proprio spazio urbano fatto di strade e parchi, con aree tematiche dedicate ad aspetti specifici dell’attività dell’azienda (tecnologia e digitale, partnership, sostenibilità ambientale) e postazioni dove i migliori riparatori di cristalli di ogni paese, selezionati nei 6 mesi precedenti, si sono sfidati in diretta streaming. Il “campionato” è stato inaugurato con una cerimonia in puro stile olimpico, durante la quale sono sfilate le bandiere dei paesi in gara: i team, composti da installatore, coach e giudice, hanno poi gareggiato in precisione e velocità di fronte al pubblico composto dal management e dai principali clienti.

In parallelo, nella plenaria di 2mila metri quadrati attigua alla Meo Arena si è svolto Profiting from Technology. Industry developments you can benefit from, il ciclo di conferenze durante le quali esperti digitali, specialisti delle assicurazioni e futurologi hanno presentato ai partecipanti una panoramica sui possibili sviluppi del mercato dell’automotive.

The Next Event ha sviluppato il concept creativo e allestitivo dell’evento, gestito i contenuti e curato la produzione, anche video, mentre The Next World si è occupata della logistica: gestione della segreteria organizzativa, accommodation (12 gli alberghi coinvolti), trasporti, catering e l’organizzazione degli eventi serali e delle attività per il tempo libero.

Commenta su Facebook