Mobilità tradizionale e mobilità in sharing: Europcar e BlaBlaCar inaugurano un modello di business condiviso
A
È una partnership, quella siglata da Europcar e BlaBlaCar, che segna il superamento dell’ormai consolidata contrapposizione fra servizi tradizionali e servizi in sharing e inaugura un modello di business "combinato" che va a tutto vantaggio del consumatore in termini sia di efficienza che di convenienza.

La collaborazione è in questo caso sul fronte della mobilità e si rivolge sia ai clienti di Europcar, network di autonoleggio tradizionale sia a quelli di BlaBlaCar, piattaforma di ride sharing (mette in contatto gli automobilisti che hanno posti liberi a bordo con persone che vogliono viaggiare sulla stessa tratta).

I clienti Europcar, dopo aver prenotato l’auto sul sito dell’azienda, possono ora condividere il loro noleggio su BlaBlaCar mettendo a disposizione di altri viaggiatori i posti liberi, con il vantaggio di poter risparmiare fino al 75% grazie alla spartizione delle spese di viaggio complessive. Se invece un utente di BlaBlaCar non trova sulla piattaforma un’offerta di passaggio disponibile per una specifica può noleggiare un’auto con Europcar con il 15% di sconto, e offrire poi i posti liberi ad altri viaggiatori che vogliano percorrere lo stesso tragitto.

"Con questa partnership Europcar cerca di andare oltre il car rental tradizionale aprendosi a nuovi modelli di mobilità a 360 gradi, in risposta alla crescente domanda del mercato" sottolinea Leonardo Cesarini, sales & marketing director di Europcar. "La collaborazione porta a un nuovo livello la rivoluzione della mobilità avviata dalla sharing economy, e oggi per offrire un passaggio non è più nemmeno necessario possedere un veicolo" gli fa eco Andrea Saviane, country manager di BlaBlaCar Italia.

Commenta su Facebook