L’Acquario di Genova celebra i 25 anni di attività con un restyling hi-tech, Filmmaster Events firma il nuovo concept
A
Un acquario tutto nuovo. È ciò che Costa Edutainment ha promesso al pubblico dell’Acquario di Genova per celebrarne i 25 anni dall’inizio dell’attività, e che ha realizzato con un intervento di restyling tecnologico da un milione di euro incentrato su un nuovo percorso di visita all’insegna dello storytelling esperienziale.

A sviluppare il concept del percorso è stata chiamata Filmmaster Events, che sotto la direzione artistica di Alfredo Accatino ha sviluppato il processo di rigenerazione dell’acquario creando un nuovo format di intrattenimento esperienziale. L’idea è stata quella di trasformare il percorso di visita in un viaggio immersivo, dove l’acquario è la nave che solca i mari del mondo e a bordo della quale il pubblico fruisce di un’esperienza di edutainment tutta nuova.

Filmmaster Events, che quest’anno produrrà le Cerimonie Olimpiche di Rio 2016, ha ideato le nuove installazioni, il progetto di sound & light design, le scenografie, ha rinominato le aree e prodotto una nuova colonna sonora (un’ora di contributi originali), lavorando inoltre sulla formazione del personale e sui momenti di speech e animazione rivolti al pubblico.

Si comincia dalla prima sala, rinominata Pianeta Blu, dove uno spettacolare video mapping immersivo anticipa l’intero percorso, per proseguire con le nuove scenografie nel Cilindro delle Murene e nell’Area dei Pinguini. Nella prima, la grande vasca mediterranea viene svelata al pubblico gradualmente, lasciando la sorpresa della scoperta nel pieno della maestosità dei suoi 6 metri di altezza; nella seconda, il pubblico entra virtualmente nel regno dei ghiacci dove può incontrare non solo i pinguini, ma anche le rare creature antartiche che costituiscono una delle eccellenze dell’acquario, unico in Europa a ospitare pesci provenienti dalle acque del polo sud.

L’esperienza prosegue nel Padiglione Cetacei, dove il pubblico accede alla visione subacquea dei delfini e dove i nuovi shower speaker unidirezionali consentono di ascoltare il fischio dei delfini e di imparare a conoscere e riconoscerne la “voce”. Il nuovo viaggio si conclude nella sala della Danza delle Meduse, che è stata rinnovata con un intervento sul sistema audio.

Commenta su Facebook