Alla Convention Michelin Albert Einstein invita la platea al cambiamento, firma Alessandro Rosso Group
A
Per la prima volta Michelin ha organizzato un unico grande evento – invece dei tradizionali piccoli meeting territoriali – per incontrare la propria rete di specialisti nella vendita di pneumatici certificati dal marchio di qualità Mastro.

Lo ha fatto a inizio febbraio con la convention di 2 giorni che ha riunito al Palacongressi di Rimini 300 rivenditori e 100 tra rappresentanti della forza vendita, del marketing e della direzione dell'azienda.

L’evento, organizzato da Alessandro Rosso Incentive con la divisione AWE Events, aveva l'obiettivo di sottolineare la necessità di aprirsi alle innovazioni del mercato e alla gestione digitale del business, proporre un focus sul nuovo prodotto Pilot Sport 4 e fornire un’approfondimento sull’offerta dei servizi che Michelin dedica ai suoi partner Mastro

Insieme navighiamo verso il futuro, questo il nome della convention, è stata inaugurata da un video emozionale cui sono seguiti gli interventi del management e di Plinio Vanini, il presidente del Gruppo Autotorino scelto da Michelin come testimonial. Gli speech, coordinati dal giornalista di Sky TG24 Alessio Viola, sono stati supportati dalla proiezione di video tecnici e intervallati con visite ai 13 stand delle aziende partner e all’esposizione di pneumatici allestiti nell’Area Domus del Palacongressi.

L’importanza del cambiamento e della capacità di essere sempre proiettati nel futuro per garantire la crescita dell’azienda non è stata però veicolata solo dagli interventi sul palco. A fare passare il messaggio di quanto siano decisivi l’intraprendenza e il dinamismo è stato anche Albert Einstein il cui ritratto, accompagnato dal suo celebre aforisma Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi un risultato diverso, è stato realizzato in diretta sul palco dall’artista Fabrizio Vendramin.

A lavori conclusi la convention si è spostata alla discoteca Coconuts di Rimini per una serata di danze con DJ e vocalist aperta dall’esibizione per sola voce e violino elettrico di Patty Simon.

Commenta su Facebook