Aerei e aeroporti: alcune cose che i passeggeri non sanno
A
Assistenti di volo, piloti, addetti ai controlli di sicurezza e al check-in: sono loro a suggerire come volare meglio svelando i piccoli e grandi segreti del trasporto aereo che i passeggeri non sanno.

I consigli degli addetti ai lavori, pubblicati da Il Post, sono ricavati da Voi che lavorate per le compagnie aeree, quali sono i segreti che i passeggeri non sanno? la discussione aperta sul sito di social news Reddit che in dieci giorni ha ricevuto 13.744 commenti, molti dei quali scritti proprio da chi lavora nel settore. Eccone alcuni.

Bagagli e lucchetti
Il comune lucchetto non evita la forzatura del bagaglio: la penna a sfera è sufficiente per aprire la cerniera della valigia. I lucchetti con il sistema di apertura/chiusura a combinazione di 3 cifre (TSA) possono essere aperti dagli addetti ai controlli utilizzando una chiave passepartout senza rovinare il bagaglio.  

L'imbarco dei bagagli
Meglio rimuovere dalla valigia i tagliandi dei voli precedenti. A volte i bagagli non sono imbarcati sul volo corretto perché i vecchi tagliandi creano confusione nel personale addetto e nel sistema di lettura degli scanner posti lungo il tappeto scorrevole.

I biglietti più economici
Si acquistano di martedì pomeriggio, momento in cui si trovano le tariffe più basse, per volare di martedì, mercoledì e sabato, i giorni più economici. Un modo per risparmiare è anche quello di accettare la proposta fatta dalle compagnie aeree, in caso di overbooking, di rinunciare al proprio posto per imbarcarsi sul volo successivo. La disponibilità del passeggero è ricompensata con un buono per volare del valore anche di centinaia di euro.

Viaggiare più comodi
I braccioli dei sedili che danno sul corridoio si possono alzare. Pochi lo sanno ma per farlo è sufficiente premere il bottone posto nel foro sotto il bracciolo, vicino al punto in cui è collegato con il sedile.
Reclami efficaci
Inutile lamentarsi dei disservizi con il personale delle compagnie aeree. Meglio usare Twitter.  

Caffè e auricolari
Tra le cose che le compagnie aeree non diranno mai: il contenitore in cui è versato quotidianamente il caffè servito in volo viene lavato raramente e gli auricolari distribuiti nelle buste di plastica sigillate non sono nuovi ma riconfezionati dopo essere stati raccolti dai posti e "puliti".

Commenta su Facebook

Altro su...

Compagnie aeree