Convention UBI Banca: 2.300 partecipanti alla Fiera di Bergamo con performance e tecnologie da grande show
A
Quello che si è svolto a dicembre è stato probabilmente l’evento più importante dell’anno – in termini di dimensioni, concept e allestimenti – per UBI Banca, che vi ha riunito 2.300 membri delle direzioni di tutta Italia per condividere risultati, strategie e obiettivi in vista dell’anno nuovo. La convention si è svolta alla Fiera di Bergamo con il claim Con le nostre mani, scelto per sottolineare la concretezza e la solidità dell’azienda e divenuto il filo conduttore intorno al quale è stata sviluppata la creatività dell’intero evento.

A ideare claim e concept, curandone poi produzione, programma, spettacolarizzazione, scenografie e comunicazione è stata Sinergie Live Communication, che con il supporto di una squadra di tecnici, producer e coreografi ha strutturato l’evento come uno show, con momenti di spettacolo che hanno scansito le fasi dei lavori.

Il primo intervento è stato quello degli allestimenti e delle scenografie, che hanno trasformato il padiglione fieristico in un ambiente caldo e customizzato, dove la sfida era però quella di garantire un’ottima visiilità del palco all’elevato numero di partecipanti. Sinergie ha quindi optato per un imponente apparato scenotecnico, con un unico schermo di 50 metri lineari che sovrastava il palco di 25 metri e che ha richiesto una batteria di 12 proiettori per l’emissione di 4 video proiettati su tutta la superficie.

A condurre i lavori c’era Enrico Mentana, e sul palco si sono susseguiti gli interventi e i talk show che hanno avuto come protagonisti i presidenti di UBI Banca Andrea Moltrasio e Franco Polotti e il consigliere delegato Victor Massiah.

Fra i momenti di spettacolo che hanno intervallato i lavori la performance di danza contemporanea della compagnia EvolutionDanceTheatre, al termine della quale i danzatori hanno composto “fisicamente” il logo UBI Banca sulla scenografia e, al termine della convention, la coreografia “di massa” che ha coinvolto tutti i partecipanti: coordinata da Nikos Lagousakos, coreografo di fama mondiale ideatore dei movimenti di massa di diverse cerimonie olimpiche, ha chiuso i lavori culminando nel brindisi augurale finale.

Commenta su Facebook