Centoeventi sposta gli uffici, il cambio di sede diventa un’operazione di motivazione del team
A
Una nuova sede progettata con il coinvolgimento diretto di chi vi deve lavorare, un nuovo spazio che testimonia l’evoluzione di un progetto creativo e imprenditoriale e un trasloco che è diventato un’operazione di motivazione del team. Non è stato un banale trasferimento degli uffici, quello intrapreso dall’agenzia milanese Centoeventi, ma un vero e proprio percorso di cambiamento le cui fasi – progetto, avvicinamento, comunicazione e ingresso nel nuovo spazio – sono state tutte attentamente studiate come in una campagna di incentivazione.

L’agenzia, operativa sul mercato da 10 anni, si è trasferita a novembre nei nuovi uffici di Piazza Giulio Cesare 14, disegnati dallo studio Principioattivo Architecture Group. Il coinvolgimento dei 35 professionisti del team è cominciato proprio dal progetto: i 4 soci di Centoeventi (Dario De Lisi, Omar Bertoni, Alessandro Martinelli e Riccardo Tonoli) hanno chiesto a ognuno di loro di immaginare il proprio “workplace” ideale. Il risultato è un open space di 400 metri quadrati studiato per facilitare momenti di confronto e condivisione.

Nell’open space ci sono infatti un laboratorio, dove il reparto creativo e di produzione possono trovare le soluzioni migliori o visualizzare al meglio le proprie idee, una cucina in cui condividere un momento di svago e una zona relax dove riposare o lavorare più comodamente. Non mancano doccia e armadietti per chi ama fare jogging cercando l'ispirazione creativa.

Per trasmettere il concetto di “cambiamento” – della sede, ma anche dell’agenzia, che si sta sviluppando – Centoeventi ha organizzato per tutto il team due giornate di formazione con il docente e psicologo Davide Montermini, che parlato del nuovo spazio fisico come tappa di un cambiamento mentale. Inoltre, l’agenzia ha offerto ai suoi professionisti una giornata di team building a Get Me Out, il nuovo escape game che impazza in città: suddivisi in squadre, i membri del team hanno dovuto risolvere insieme alcuni enigmi in 60 minuti per riuscire a evadere dalla "stanza misteriosa".

Infine, l’ingresso nella nuova sede, che Centoeventi ha trasformato in un momento di celebrazione delle singole persone. Ogni dipendente, all'arrivo nell'ufficio, è stato accolto dai 4 soci che gli hanno consegnato una lettera di benvenuto, la vision dell’agenzia riassunta nel “Centoeventi Pensiero” e una targhetta segnanome personalizzata. Per l’occasione, tutto lo spazio è stato mappato creativamente con una comunicazione visiva in stile geotag, in cui ogni tag prediceva ironicamente un possibile momento futuro che sarebbe avvenuto in quel preciso punto.

Commenta su Facebook