Alessandro Rosso Group: la divisione AWE conclude 6 mesi di eventi per i brand Fiat in occasione di Expo, 1,6 milioni le persone raggiunte
A
Un palinsesto di ampio respiro, con eventi in tutta la città e per tutto il periodo di Expo, finalizzato a comunicare e valorizzare i brand del gruppo e la sua partnership con l’Esposizione Universale. Questo il brief che A World of Events, la divisione eventi di Alessandro Rosso Incentive, ha ricevuto quasi un anno fa da Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e cui ha risposto con un piano diversificato di brand experience da vivere nei distretti dedicati ai marchi dislocati su tutto il territorio milanese.

Per ognuno dei 5 brand coinvolti nell’operazione A World of Events ha scelto una location principale, divenuta cuore pulsante del marchio per i 6 mesi di Expo: il marchio Fiat ha avuto Eataly e la Triennale, Alfa Romeo è andata al Brian & Barry Building di piazza San Babila, a Jeep è stato dedicato un Jset presso il locale Replay the Stage, Lancia è stata posizionata nei due ristoranti God Save the Food e Abarth presso il Park Hyatt. A queste location se ne sono via via aggiunte altre per le attività specifiche realizzate per ogni brand in base agli obiettivi di comunicazione.

A World of Events ha dedicato a Fiat un team di 10 professionisti per un totale di 10 mesi, che sono a loro volta stati supportati da 60 partner specializzati a disposizione del team di lavoro 24 ore su 24. Nei mesi di Expo, l’agenzia ha così realizzato:

– 3 lanci di auto supportati da attività sul territorio (la nuova Fiat 500 al parco Sempione, la Giulia di Alfa Romeo al Brian & Barry Building durante la settimana della moda e la nuova Lancia Ypsilon, per 45 giorni al God Save the Food di via Tortona e per 10 giorni in quello di piazza del Carmine).

– 12 eventi speciali, fra cui il 500 Day cui hanno partecipato migliaia di persone, i 4 eventi al Park Hyatt con 4 diversi testimonial che sono intervenuti sui valori del brand Abarth e i 2 eventi speciali per i dealer invitati a vedere i nuovi modelli della Giulia e della Lancia Ypsilon.

– 5 installazioni fra cui quella della 500 Arcimbolda, una vettura ricoperta da 6mila fette d'arancia e 1.000 fragole, omaggio all’Expo e a Giuseppe Arcimboldo, e l’opera alta 7 metri collocata al centro di Eataly e composta da 21 modellini della nuova 500 riprodotti in scala.

– 1.900 voli della mongolfiera brandizzata Jeep, posizionata nel campo di grano dietro piazza Gae Aulenti

“La difficoltà è stata creare un progetto coerente e credibile a 360 gradi”, dichiara il direttore creativo di A World of Events Filippo Marchiorello, “in cui i valori e i linguaggi di ciascun brand, molto diversi tra loro, venissero non solo rispettati, ma enfatizzati, con un’attenzione particolare agli obiettivi di brand awareness, product experience ed engagement”.

E i risultati, comunica l’agenzia, sono arrivati: nel corso dei 6 mesi 1,6 milioni di persone sono entrate in contatto con i brand, e sono stati raccolti 8.300 lead commerciali. Inoltre, il progetto 500 Day è entrato nel Guinness dei primati per la più grande "immagine umana" di un’auto: 328 persone hanno composto un grande mosaico umano posizionandosi all’interno di una sagoma lunga 15 metri che riproduceva la linea della 500.

Commenta su Facebook