Mestieri in vetrina: guerrilla e ambient marketing per Infojobs a Milano e Torino
A
Uomini e donne sfilano su una passerella con divise da lavoro: il cuoco, l’operaio, il magazziniere, la manager. Il tutto davanti alla stazione della metropolitana e delle ferrovie Cadorna di Milano e in diversi altri punti della città: è l’attività di guerrilla marketing di Infojobs, tra i maggiori siti web per le offerte di lavoro, che si è svolta la scorsa settimana.

L’evento rientra nell’ambito della campagna di comunicazione integrata per Infojobs dal claim Scopri la più grande vetrina del lavoro, firmata da Ebolaindustries (divisione dell’agenzia Enfants Terribles dedicata al marketing non convenzionale sui media digitali), che prevede attività di ambient e guerilla marketing, stickering, viral e Facebook application.

Il concept di tutta la campagna si basa sul posizionamento dell'azienda come "il numero 1 in Italia per l’offerta di lavoro". L’attività di guerilla marketing ha puntato sull’esigenza di presentare nel modo più coinvolgente possibile alcune delle professioni più richieste dal mercato, creando una sorta di showroom umano dei mestieri.

A fianco dell’attività “street” la presenza nei social media, con un gioco online che sfrutta la viralità di Facebook e il video Una vetrina straordinaria dove persino un manichino, stanco della routine, consulta il portale Infojobs in cerca di una nuova occupazione.

Nell’ambito della campagna, si è svolta la scorsa settimana a Torino, in Piazza San Carlo, l’attività di ambient marketing che ha previsto l’allestimento di un panello con riproduzioni a grandezza naturale dei mestieri più comuni, con la possibilità per i passanti di divertirsi ad impersonare le diverse professioni.

Commenta su Facebook