Per il TEDx Pompeii Tecnoconference Europe trasforma il Teatro Grande in una location ad alta tecnologia
A
La prima edizione “pompeiana” del celebre format di brevi conferenze nato per dare spazio alle “idee meritevoli di essere diffuse” si è tenuta a fine giugno al Teatro Grande degli Scavi: l’iniziativa è stata del giornalista ed esperto di digitale Riccardo Luna, che ha portato sul palco volti noti quali il divulgatore scientifico Alberto Angela, la cantante Malika Ayane, lo scrittore Roberto Saviano, il comico Arturo Brachetti insieme a volti meno noti di scienziati, ingegneri e imprenditori per una serata ricca di interventi.

A curare l’aspetto tecnologico dell’evento è stato chiamato Tecnoconference Europe, il service dl Gruppo Del Fio, che è intervenuto trasformando un sito archeologico in una location ad alta tecnologia. La maggiore difficoltà è stata la sonorizzazione dell’intero anfiteatro, che si accompagnava all’esigenza di garantire a Riccardo Luna, conduttore della serata, libertà di movimento in tutta l’area risultando sempre intelligibile.

Per una resa ottimale del suono, Tecnoconference Europa ha dunque impiegato numerosi diffusori multidirezionali, due gruppi di amplificatori ai lati del palco e un sistema microfonico via radio di ultima generazione. L’intervento del service è stato significativo anche sotto il profilo illuminotecnico: con un sistema spettacolare di “teste mobili cambia colore”, tutte le rovine a cornice dell’agorà, incluso il colonnato da cui entravano gli ospiti, erano state illuminate architettonicamente, esaltandone la maestosa bellezza.

Alle riprese video sono state dedicate 3 telecamere in full HD, con una regia molto veloce resa necessaria dai tempi stretti del format. Presente anche un videoproiettore ad altissima luminosità che, gestito da un’apposita regia emissione, alternava su un grande schermo le riprese live ai contributi grafici delle singole presentazioni.

Commenta su Facebook