San Pellegrino Young Chef: 4 agenzie per la finale del contest che ha premiato il più giovane chef del mondo
A
La finale di una competizione gastronomica è diventata un evento live di 12 ore. Lo scorso giugno nel nuovo spazio polifunzionale The Mall di Porta Nuova a Milano si è svolta infatti la giornata decisiva di San Pellegrino Young Chef. Il concorso internazionale era stato lanciato lo scorso novembre da San Pellegrino servendosi di più di 20 agenzie di relazioni pubbliche di tutto il mondo coordinate da Ketchum. Obiettivo dell'azienda era premiare il più giovane chef del mondo e farlo in occasione di Expo.

La prima parte dell’evento, coordinato dall’agenzia Filmmaster Events che ne ha curato la direzione artistica e creativa e l’intero allestimento, ha visto all’opera i 20 finalisti tra gli chef che si erano candidati su finedininglovers.com, sito realizzato da YAM112003, l’agenzia di comunicazione artefice anche della copertura digitale e social dell’evento.

Di fronte a un pubblico composto da giornalisti di tutto il mondo e operatori del settore i giovani talenti hanno preparato i propri piatti nelle cucine allestite da Alessandro Rosso Incentive, l’agenzia che ha gestito anche il personale di brigata scelto con la collaborazione di ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Le creazioni culinarie affiancate dalle reinterpretazioni compiute da 20 giovani fashion designer selezionati da Vogue Italia sono state poi valutate dalla giuria. Sette chef di fama mondiale come Massimo Bottura e Margot Janse e altrettante figure di rilievo del settore fashion guidate dalla direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani hanno selezionato i 3 finalisti.

La seconda parte dell’evento si è svolta nel corso della serata dedicata a 320 ospiti di San Pellegrino. Il top management e i top client (compresi gli internazionali per i quali Alessandro Rosso Incentive ha organizzato diverse attività oltre alla logistica) sono stati accolti con un aperitivo in cui gli chef esclusi dalla finale si sono potuti “consolare” facendo assaggiare i propri piatti.

La cena a seguire è stata invece l’occasione per gustare i piatti dei finalisti nella sala allestita con 30 metri di palcoscenico sovrastato da un maxi schermo della stessa lunghezza su cui è stato proiettato il video emozionale firmato da YAM112003.

La serata, presentata dall’attore Alessandro Cattelan e dalla conduttrice Francesca Barberini, ha previsto anche momenti di spettacolarizzazione: a esibirsi sono stati il gruppo musicale Street Clerks e il mago vincitore di Italia’s Got Talent Simone al Ani.

Il Best Young Chef 2015 è l’inglese Mark Moriarty.

Commenta su Facebook