Volumi di business in crescita per i PCO internazionali, aumentano gli eventi gestiti e il numero di dipendenti
A
Lo scenario è complessivamente positivo, e indica un mercato dinamico che si sta dirigendo a buon passo verso i volumi di business pre-crisi. Il più recente monitoraggio che IAPCO, l’associazione internazionale degli organizzatori congressuali, ha compiuto sull’attività dei propri 120 soci in 41 paesi presenta dati che, pur non avendo valore statistico, danno comunque un’attendibile indicazione dei trend di mercato.

Le rilevazioni sono relative all’anno 2014, e indicano un incremento dei numeri sia nel segmento degli eventi associativi sia in quello degli eventi promossi da governi e istituzioni, a fronte invece di un calo degli eventi aziendali.

Gli eventi gestiti dai soci IAPCO nel 2014 sono stati complessivamente 7.075, contro i 6.764, del 2013, per una media di 19,3 eventi al giorno in ogni giorno dell’anno: il volume maggiore (circa il 48%) è costituito dagli eventi associativi e il fatturato totale generato dai soci è di 4,6 miliardi di euro (contro i 4,4 dell’anno precedente) che si sono riversati sulle economie delle destinazioni ospitanti.

Il numero totale dei partecipanti gestiti dalle agenzie monitorate è di oltre 2,8 milioni (erano 2,7 milioni), con un numero medio di partecipanti per evento (404) stabile rispetto alla rilevazione precedente. Aumenta di molto invece il bilancio dei pernottamenti gestiti, che schizzano a 3,8 milioni (contro 2,6), a indicare un ritorno dei partecipanti alla gestione alberghiera organizzata dalle agenzie attraverso i canali ufficiali rispetto alle prenotazioni indipendenti sui portali online. Da una media di 388 pernottamenti gestiti per evento, si è passati ora a 540.

Infine, i PCO internazionali hanno ricominciato ad assumere personale: dopo il calo progressivo del biennio 2012-2013, i dipendenti a tempo pieno sono aumentati, passando dai 4.993 del 2013 ai 5.224 del 2014, per una media di 37 risorse per agenzia. E, in effetti, il 2014 è stato l’anno di svolta che ha visto l’inizio della ripresa del mercato: consolidato il business, le agenzie ricominciano ora a investire sulle persone e quindi sulla qualità dei propri servizi.

Commenta su Facebook

Altro su...

Studi e ricerche

PCO

IAPCO