Nestlé a Expo con la mostra Feed your Mind!, il progetto è di Next Event
A
Nestlé è a Expo, ma non ha utilizzato la vetrina dell’Esposizione Universale per organizzare eventi di marketing ed engagement rivolte a clienti e consumatori. Invece, la scelta della multinazionale è stata quella di realizzare un evento culturale. Il risultato è Feed your Mind!, mostra dedicata alla nutrizione allestita all’interno del Padiglione della Svizzera.

A progettare il percorso espositivo Nestlé ha chiamato l’agenzia a cui affida l’organizzazione dei propri eventi aziendali. È infatti la divisione The Next Event di Next Group ad aver attuato il brief ricevuto dai centri di ricerca Nestlé (Nestlé Research Center e Nestlé Institute of Health Science) e dell’Istituto Auxologico Italiano.

Il risultato è un viaggio che porta i visitatori a scoprire l’importanza di una corretta alimentazione in maniera interattiva e coinvolgente con il contributo di soluzioni tecnologiche come la realtà aumentata, i tavoli touch screen e i sistemi di eye-tracking.

La scelta di puntare sull’hi-tech è spiegata dal responsabile del progetto Mauro Martelli: “Dovendoci rivolgere a un target molto diversificato abbiamo optato per installazioni altamente tecnologiche rese facilmente fruibili e intriganti per qualsiasi tipo di visitatore grazie a un linguaggio immediato e al contempo suggestivo”.

La visibilità di brand di Nestlè a Feed your Mind! non è data dal logo, che non compare mai. È tutto l’allestimento a essere stato ideato per suggerire un collegamento concettuale immediato con l’azienda. “Abbiamo lavorato su una nozione che potesse rendere l’idea di connessione tra mente e corpo, sensi e cervello, stimoli ed emozioni" dice Federico Ronco, che ha curato la direzione artistica insieme allo studio di architettura +a. "Il leitmotiv dei rami intrecciati, oltre a tradurre visivamente questo concept, suggerisce l’immagine di un nido che ricorda il logo che da sempre contraddistingue Nestlé”.

Sotto, il video di presentazione di Feed your Mind!.

Commenta su Facebook