Trolley in aereo: IATA fa marcia indietro sulla riduzione delle dimensioni del bagaglio a mano, troppe proteste
A
Una valanga di proteste ha sommerso la proposta di IATA, l’associazione delle compagnie aeree, di standardizzare le misure del bagaglio a mano ammesso in cabina, riducendone le dimensioni per consentire a tutti i passeggeri di sistemare il proprio nelle cappelliere.

Soprattutto in Nord America, i viaggiatori non hanno accolto favorevolmente la prospettiva di dover “rottamare” i propri trolley, tanto che IATA ha dovuto fare marcia indietro e dichiarare che l’iniziativa “OK Cabin” è per ora sospesa e sarà sottoposta a ulteriore discussione e valutazione da parte di compagnie aeree e stakeholder del settore.

In ogni caso, ribadisce IATA, l’iniziativa non era un obbligo, ma solo una proposta di linea guida, da accogliere volontariamente per ottimizzare gli spazi disponibili in cabina. La definizione delle dimensioni massime del bagaglio a mano ammesso a bordo rimane prerogativa delle singole compagnie aeree, e nessun viaggiatore sarebbe stato obbligato ad acquistare trolley nuovi.

Commenta su Facebook

Altro su...

Compagnie aeree