Incoming Partners fa incontrare a Expo 400 architetti internazionali con i colleghi che hanno firmato i padiglioni
A
Sono 400 gli architetti e i paesaggisti italiani, europei e americani attesi il 26 giugno per confrontarsi nel sito espositivo di Expo 2015 con i colleghi che ne hanno progettato i padiglioni, vere attrazioni dell’Esposizione Universale.

La giornata sul campo dedicata al confronto e allo scambio di best practice rientra nel programma del 1° Simposio Internazionale Agritecture and Landscape che si svolgerà il 25 giugno alla Triennale di Milano con un panel di oltre 40 relatori provenienti da tutto il mondo. L’evento, incentrato sulle modalità di sviluppo del paesaggio urbano, è organizzato dalla casa editrice Paysage, promosso dal Consiglio nazionale degli architetti paesaggisti pianificatori e conservatori e si avvale del contributo di Incoming Partners.

Il DMC milanese è stato infatti selezionato, fra le agenzie partner di Expo e rivenditrici di biglietti, per gestire l’accoglienza e la logistica delle delegazioni internazionali. “Siamo stati selezionati non solo per fornire i consueti servizi di ospitalità, ma anche per portare un contributo sul fronte dei contenuti" dice Michele Mondolfo, titolare di Incoming Partners.

Incoming Partners, in collaborazione con la segreteria del simposio, ha infatti contribuito a mettere a punto il programma di incontro dei delegati con gli architetti che hanno progettato i padiglioni. “L’attività è in linea con il nostro approccio agli eventi: offrire ai clienti esperienze complete che spaziano dal turismo, allo studio e allo scambio professionale” spiega Mondolfo.

Commenta su Facebook