Next Group porta il fatturato a 44 milioni di euro: nel 2014 ha gestito 380 eventi e movimentato 50mila persone
A

Marco Jannarelli

L’anno del rebranding e della riorganizzazione si è chiuso positivamente per Next Group, ben oltre le aspettative: 44 milioni di fatturato per 380 progetti gestiti complessivamente fra eventi, convention e incentive, e 50mila persone movimentate. Ha di che essere soddisfatto Marco Jannarelli, che nel 2014 aveva investito in nuove risorse e riorganizzato l’agenzia con un nuovo assetto societario e 4 nuove unità di business “al posto” delle 4 agenzie di cui si componeva il gruppo.

“L’intervento è stato dettato dalla necessità di integrare e razionalizzare le risorse e di garantire una superiore efficienza gestionale”, spiega Jannarelli. “Un’operazione di cui oggi raccogliamo i frutti. Le 4 unità di business oggi operano in sinergia tra loro pur mantenendo una propria autonomia”. Next Group si compone di 4 brand: The Next World, dedicato alla logistica di viaggi, convention ed eventi, The Next Event, la divisione specializzata nella comunicazione per gli eventi, The Next Solution, riferimento per la promo-incentivazione e The Next Italia, il DMC del gruppo.

Il team si compone di 94 professionisti, suddivisi tra le sedi di Roma e Milano: “Un team molto diversificato per competenze, che include anche giovani talenti creativi legati al mondo digitale per rispondere efficacemente alle richieste di clienti in cerca di una comunicazione realmente integrata” dice Jannarelli. “L’investimento più significativo che abbiamo fatto è stato quello sulle risorse umane. Abbiamo puntato su un gruppo di grandi professionisti degli eventi, creando intorno a essi una start up della comunicazione per gli eventi, The Next Event, che già nel primo anno di vita ha dato un ottimo impulso al gruppo”.

Alla guida di un gruppo che promette di contunuare a crescere, Jannarelli è positivo anche per quanto riguarda il mercato di riferimento: “Le aziende sono tornate a investire in convention ed eventi. Lo fanno per creare una relazione solida e biunivoca con i loro stakeholder, che siano consumatori, dealer o dipendenti. Oggi più che mai la parola d’ordine è engagement, e nessun mezzo riesce a garantirlo quanto gli eventi”.

Commenta su Facebook