Sulla tratta Milano-Roma il treno vince e l’aereo perde: il 54% del business travel oggi viaggia su rotaia
A
Il sorpasso è avvenuto lo scorso settembre, e già a fine 2014 il gap era ulteriormente aumentato, arrivando a 8 punti percentuali: i viaggi d’affari sulla tratta Milano-Roma sono effettuati al 54% su treno e al 46% su aereo.

La Business Travel Survey di Uvet Amex, condotta su 700 aziende italiane con spese di viaggio fra i 20mila e i 15 milioni di euro l’anno, rileva che rispetto al 2012 il numero di trasferte di lavoro su rotaia – per quanto riguarda la tratta principale d’Italia – è aumentato del 12%, a conferma di quanto l’alta velocità ferroviaria abbia contribuito a cambiare le abitudini di viaggio delle aziende italiane.

L’indagine ha anche rilevato che nell’ultimo anno i movimenti aerei verso Milano sono aumentati di quasi il 3%; stabili invece quelli ferroviari, che comunque assorbono circa un terzo del totale nazionale (30,2%) con Roma indietro di circa 4 punti percentuali.

In termini di traffico aereo, l’ultimo semestre 2014 ha visto un incremento di passeggeri business negli aeroporti di Catania, Bari e Trieste, gli unici in crescita. Meno frequentati dai viaggiatori d’affari, rispetto al secondo semestre 2013, quelli di Venezia e Napoli, entrambi con il segno meno.

Commenta su Facebook