Filmmaster Events apre una sede a Londra, sarà la testa di ponte verso i grandi progetti internazionali
A

Antonio Abete

“L’apertura a Londra non è un traguardo, ma un ulteriore passo per il processo di internazionalizzazione che stiamo portando avanti e su cui stiamo sviluppando tutto il nostro business”. Il progetto di Antonio Abete, amministratore delegato di Filmmaster Events, è quello di potenziare l’esportazione, in Europa e nel mondo, del “saper fare” tutto italiano dell’agenzia, che è già presente in Spagna, Germania, Brasile, Emirati Arabi, Qatar e Arabia Saudita.

Ora, con la nuova sede di Londra, Filmmaster Events si insedia nella città più importante del continente con un duplice obiettivo: rafforzare il legame con le sedi centrali delle multinazionali e disporre di una testa di ponte verso i grandi progetti internazionali che, se davvero grandi e davvero internazionali, in qualche modo da Londra passano sempre.

“La sede di Londra avrà un ruolo strategico”, dice il chief operation officer dell’agenzia Andrea Francisi, “e diventerà a tutti gli effetti un ponte tra Est e Ovest, un osservatorio per i grandi progetti internazionali e un hub per essere sempre più vicini ai nostri clienti”. Filmmaster Events, che fra i grandi progetti realizzati annovera le cerimonie Olimpiche e Paralimpiche di Torino 2006, le cerimonie dei Giochi del Commonwealth a New Delhi nel 2010 e la cerimonia di apertura dello Juventus Stadium di Torino nel 2011, già da un anno ha affiancato alla consolidata produzione di grandi eventi internazionali e di eventi corporate nuove aree di business nel mondo dei parchi tematici, degli show permanenti e degli eventi culturali.

“Nel 2014 abbiamo prodotto il nostro primo permanent show dedicato al mondo del cinema”, dice Abete, “e in cantiere abbiamo molti progetti che ci vedono protagonisti degli eventi più importanti dei prossimi anni”. Filmmaster Events è infatti official supplier & provider di Expo 2015, produttore delle cerimonie Olimpiche e Paralimpiche di Rio 2016 e del viaggio della torcia Olimpica e Paralimpica. Al nuovo ufficio di Londra, ora, il compito di intercettare nuovi, grandi progetti.

Commenta su Facebook