Lewis PR lancia un servizio di social media per gli eventi
A

Il "tweetwall" di Lewis PR per Cloudforce 2011

L’agenzia di comunicazione Lewis PR lancia quattro nuovi servizi dedicati alle aziende che intendono sfruttare le potenzialità dei social media. La riorganizzazione dell’offerta è il risultato dell’integrazione tra Lewis PR e Lewis Pulse, nuovo nome dell’agenzia Page One PR, che Lewis ha acquisito nell’ottobre 2010; da allora è stata intensificata l’attività in questo campo, grazie ai nuovi contratti siglati con le aziende del settore Eloqua, Neustar, Polycom, SAP e VMware.

I quattro servizi sono: social media per la leadership di pensiero (rendere un'azienda autorevole in un settore) social media response (gestire criticità o cogliere opportunità positive dalle conversazioni) social media per la promozione dei prodotti (identificare gli influenti e ampliare la conoscenza del brand) e social media per gli eventi.

Il servizio di social media per gli eventi offre stumenti e strategie per creare interazione e coinvolgimento sfruttando i media digitali e integrando così il marketing tradizionale, ad esempio tramite la gestione di community su Facebook e i messaggi in tempo reale su Twitter, direttamente dal luogo di un evento o di una conferenza. L'obiettivo è ampliare la portata dell'evento e garantire la migliore esperienza possibile ai partecipanti.

A livello internazionale, gli eventi per i quali è stato già fatto uso del servizio offerto da Lewis sono il McAfee Focus, il Sapphire Now di SAP e la conferenza del cloud computing VMworld.

La case history viene completata da eCircle Italia, dall'evento dedicato al marketing digitale IAB Forum e dal Cloudforce 2011 organizzato a Londra da Salesforce (fornitore di software CRM per la gestione delle relazioni con i clienti), dove è stato creato un "tweetwall" con i messaggi ricevuti tramite il social network dei 140 caratteri, per orientare e stimolare il dibattito durante l'evento. Come risultato, la keyword Saleforce è stata menzionata 3.500 volte su Twitter durante l'evento, con 331 menzioni all'inizio del keynote.

Commenta su Facebook