AIM Group entra in vanGogh e apre un presidio nel mondo della comunicazione digitale
A

Gianluca Buongiorno e Massimo Galli

Un’operazione strategica, quella di AIM Group International, che con l’acquisizione del 25% del capitale sociale di vanGoGh entra nel settore della comunicazione digitale con l’obiettivo di intraprendere un percorso di rinnovamento in ambiti – come quello dei congressi associativi – ancora poco digitalizzati.

Il “matrimonio” fra AIM Group, una delle più grandi società italiane di organizzazione eventi e congressi (fattura 100 milioni di euro l’anno e ha uffici in 10 paesi) e vanGogh, agenzia di comunicazione con un forte taglio innovativo e digitale, è segno dei tempi e del mercato, che premiano sempre più l’integrazione delle competenze e la trasversalità degli strumenti di comunicazione.

“Ci sono diverse ragioni che ci hanno portato a scegliere vanGoGh” commenta Gianluca Buongiorno, presidente di AIM Group International. L'approccio basato sulla tecnologia digitale, l’innovazione e la creatività riconosciute dal mercato e il profilo internazionale dell'agenzia”.

“Grazie a questo accordo” ha dichiarato Massimo Galli, CEO e fondatore di vanGoGh “la nostra agenzia si rafforza non solo sul mercato domestico, ma soprattutto nella dimensione internazionale. La nostra visione si sposa ai valori e all’approccio strategico di AIM Group, che porta in dote autorevolezza e riconoscibilità sul mercato”.

Commenta su Facebook