Smartphone e tablet sempre accesi in volo: in Europa decade l’obbligo della modalità "uso in aereo”
A
La misura varata nei giorni scorsi dall’EASA, l’agenzia europea per la sicurezza aerea, punta a garantire ai passeggeri la continuità dei servizi di telecomunicazione e di connessione a internet da gate a gate, senza più interruzioni.

Le nuove linee guida si riferiscono a tutti i dispositivi elettronici mobili – smartphone, tablet, computer portatili, lettori mp3, e-reader – che da questo momento potranno rimanere accesi, senza necessità di inserire la modalità "uso in aereo” che impedisce la trasmissione dati, in tutte le fasi del volo, decollo e atterraggio compresi.

Già a dicembre 2013 l’EASA era intervenuta stabilendo che i dispositivi elettronici potevano rimanere accesi continuativamente, ma aveva posto il vincolo dell’inserimento della “modalità aereo”. Ora l’agenzia fa un ulteriore passo avanti in favore della connettività, ma demanda alle compagnie aeree la facoltà di permettere o meno l’utilizzo dei dispositivi. I vettori devono infatti attivare un processo di verifica per garantire che i segnali elettronici trasmessi e ricevuti dai dispositivi non abbiano effetti sulla sicurezza dell’aereo.

Ora non rimane che stare a vedere quando le compagnie aeree europee implementeranno le linee guida dell’EASA, anche in mancanza di servizi specifici di connettività wi-fi.

Commenta su Facebook

Altro su...

Compagnie aeree