BESydney: perché il valore degli eventi per le destinazioni va oltre l'impatto economico sul turismo
A
Gli eventi valgono molto più del loro impatto economico diretto, in termini turistici, su un territorio, perché lasciano alla destinazione che li ospita un’eredità – commerciale, intellettuale, di conoscenza e di investimenti – i cui frutti vengono colti negli anni successivi: è la tesi della ricerca Beyond Tourism Benefits: Measuring the Social Legacies of Business Events (allegata sotto) condotta dalla University of Technology (UTS) di Sydney per conto di BESydney, il convention bureau della maggiore città australiana.
 
Al centro della ricerca australiana c’è il framework sviluppato per classificare i benefici degli eventi, collegandoli di volta in volta a partecipanti, sponsor, espositori, enti, destinazioni e community locali. Vengono individuati cinque tipi di risultati: intrinseci, pratici, economici, sociali e attitudinali (per gli individui). Ad esempio, la circolazione di nuove idee, il contributo formativo per i giovani professionisti e la capacità di catalizzare collaborazioni di ricerca sono tra i principali output pratici di un evento.

Allo stesso modo, 15 tipi di outcome vengono individuati a vantaggio delle destinazioni: i contatti tra gli esperti locali e le best practice mondiali creano uno scambio di conoscenze che fa crescere il settore accademico e lo rende più attraente (alimentando un circolo virtuoso) per ospitare a sua volta gli esperti stranieri.

Nei paragrafi della ricerca viene analizzata nei dettagli l’eredità positiva di un evento, nel tentativo di andare oltre la descrizione in termini di maggiori visitatori, includendo ad esempio gli impatti sulle attività formative e in termini di fundraising, reputation e networking.

Lo studio deriva da un'indagine condotta fra i partecipanti a cinque congressi internazionali che si sono svolti a Sydney tra gennaio 2009 e aprile 2011

"Se non misuriamo i numerosi benefici di lungo periodo portati dagli eventi, come la capacità di aumentare il capitale intellettuale, migliorare la formazione locale e le opportunità di carriera, diffondere le tecnologie e pratiche più avanzate nei vari settori e sostenere il networking internazionale, sottovalutiamo il nostro settore” sottolinea Lyn Lewis-Smith, CEO di BESydney. “La ricerca evidenzia che gli eventi di business offrono più dei dollari turistici: sono un driver essenziale nelle economie della conoscenza”.

Commenta su Facebook