MPI International invia all'Onu il report su eventi e progetti di responsabilità sociale
Il documento di Meeting Professionals International, community dei professionisti degli eventi, mette in luce i risultati raggiunti sui quattro fronti del programma Global Compact delle Nazioni Unite: diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione.
A
Meeting Professionals International, la community degli eventi alla quale partecipano oltre 25.000 professionisti, ha inviato all’Onu il proprio report 2010-2011 in merito alle attività di Corporate social responsibility (Csr) messe in campo nel periodo compreso tra settembre dell’anno scorso e il mese corrente.

Questa iniziativa segue l’ingresso di MPI, nel 2007, nell’United Nations Compact, il più ampio progetto planetario sulla responsabilità sociale delle imprese, che si regge su 10 principi fondamentali. Attualmente le aziende partecipanti sono 7.700 da 130 Paesi.

Il decalogo delle Nazioni Unite prevede il rispetto di due principi relativi ai diritti umani (rispetto e non complicità negli abusi), quattro agli standard lavorativi (diritti sindacali, divieto di lavori forzati, abolizione del lavoro infantile e delle discriminazioni), tre riferiti all’ambiente (approccio prudente, promozione di iniziative più ampie e diffusione di tecnologie sostenibili) e la lotta alla corruzione in tutte le sue forme.

Il rapporto MPI include la misurazione dei risultati raggiunti nelle quattro aree del decalogo Onu, che hanno dato luogo a 35 diverse misure: si va dalle pari opportunità (diritti umani) alla copertura globale degli uffici, con equilibri di etnia e generi (lavoro), dalla gestione sostenibile degli eventi in tutte le fasi del ciclo di vita dall’accommodation alla reportistica dei risultati (ambiente) alla Employee Protection per l’anti-corruzione.

Tra gli sforzi maggiori di Meeting Professionals a livello globale negli ultimi 12 mesi, la diffusione e promozione del tool per misurare la sostenibilità di un evento, gratuito per i fornitori ma accessibile dai soli iscritti MPI per le funzioni specifiche di reportistica eventi. Quanto alle iniziative dei Chapter nazionali, si segnala l’ECOS (Events for Communities of Sustainability) Project della sezione canadese, con progetti di beneficienza che hanno donato beni e servizi per oltre 100.000 dollari su tutto il territorio nazionale.

Commenta su Facebook

Altro su...

CSR

Studi e ricerche

MPI