Milano si candida a ospitare la finale di Champions League 2015 nel mese di inaugurazione dell’Expo
A
Milano tenta la doppietta, candidandosi a ospitare un grande evento sportivo – la finale della Coppa dei campioni europea di calcio – nello stesso mese di maggio 2015 in cui un grande evento espositivo – l’Expo – aprirà i battenti per accogliere visitatori da tutto il mondo.

La notizia arriva da Casa Italia, il quartier generale della squadra olimpica italiana a Londra, dove il management Expo ha presentato l’Esposizione 2015 e annunciato l’intenzione di dare a Milano un’ulteriore palcoscenico di visibilità internazionale coniugando i temi portanti della manifestazione (la nutrizione e il benessere) con quelli dello sport, potenziando così le attrattive per i visitatori.

“La candidatura di Milano a ospitare la finale di Champions League nel 2015 assume un significato particolare nell’anno dell’Esposizione Universale milanese” ha commentato il sindaco della città Giuliano Pisapia. “Sport, alimentazione e benessere sono da sempre legati ed è per questo che una finale così importante allo stadio di San Siro darebbe lustro alla nostra città”.

L’idea è quella di rendere Milano il centro propulsore di una serie di iniziative che avranno ricadute positive in tutta Italia: “Questa candidatura è un importante segnale di fiducia nella capacità dell’Esposizione Universale di fare sistema”, ha sottolineato l’amministratore delegato di Expo 2015 Giuseppe Sala. “Oltre agli eventi che si terranno all’interno del sito espositivo, la città, l’hinterland, la Regione e tutta Italia saranno coinvolti nella definizione di un calendario di appuntamenti culturali e sportivi che rispondano agli interessi dei turisti che dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 visiteranno il nostro Paese”.

La candidatura a ospitare la finale di Champions ha incassato anche il via libera del Governo e il supporto di Piero Gnudi, ministro del Turismo e lo sport: “Lo svolgimento a Milano della finale di Champions League nel 2015 rappresenterebbe un volano importante per il successo dell’Expo. Ecco perché faremo tutto il possibile per assicurare le migliori condizioni di accoglienza alla UEFA e all’intero mondo del calcio”.

Ora spetta alla UEFA decidere. Uno dei dubbi della federazione calcistica, pare, è quello se Milano sia o meno in grado di ospitare due eventi di tale portata contemporaneamente. “Dobbiamo spiegare alla UEFA che assegnare la finale 2015 a Milano non sarebbe uno svantaggio ma un vantaggio“ ha detto a Londra Franco Carraro, presidente del Comitato Expo in Sports. “Siamo convinti che Milano sia in grado di gestire e organizzare due eventi di grande interesse internazionale nello stesso periodo”.

Per allora, calcolano a Expo, sarà già attivo quel sistema di infrastrutture che faciliterà l’accoglienza dei tifosi; dal punto di vista della ricettività è Alberto Sangregorio, presidente degli albergatori milanesi, a garantire la fattibilità dell’operazione: “Milano è in grado di far fronte con le proprie risorse ad appuntamenti così impegnativi. In città e provincia abbiamo 42.000 camere e quasi 84.000 posti letto. La Champions, unita all’Expo, è uno di quegli appuntamenti che consentiranno a Milano di ritrovare il ruolo che le compete nel panorama mondiale”.

Commenta su Facebook