BTC organizzerà nel 2013 il Politicians Forum italiano con il supporto di IMEX, l’annuncio alla convention di Federcongressi&eventi
A

Paolo Audino

Sarà BTC, la fiera degli eventi italiana, a portare nel 2013 nel nostro Paese il Politicians Forum, il programma che IMEX (la fiera europea del settore meeting ed eventi che si tiene a Francoforte) dedica da dieci anni a politici di livello locale e nazionale e amministratori pubblici di tutto il mondo per informarli e sensibilizzarli sul valore degli eventi come strumento di sviluppo economico, sociale e imprenditoriale per le destinazioni che li ospitano.

L’annuncio è stato dato da Paolo Audino, amministratore delegato di Exmedia, la società che organizza BTC, durante la convention nazionale di Federcongressi&eventi tenutasi giovedì e venerdì scorsi a Torino. L’occasione è stata la sessione di chiusura della convention, intitolata L’innovazione nella governance delle destinazioni, che intendeva mettere a confronto esperienze di successo che, in Italia e all’estero, hanno visto le istituzioni pubbliche assumere un ruolo positivo e propulsivo nella costruzione di un “prodotto” congressuale territoriale competitivo sui mercati internazionali e di politiche che lo sostenessero.

Paolo Audino, che insieme al presidente di IMEX Ray Bloom partecipava alla sessione, ha quindi colto l’occasione per annunciare di avere definito con Bloom un progetto di collaborazione strategica per organizzare il programma alla BTC del 2013.

“Da questa tavola rotonda emerge forte la necessità, per la meeting industry italiana, di rendere consapevoli politici e amministratori locali del valore del settore e delle straordinarie opportunità di sviluppo economico, sociale e imprenditoriale che eventi e congressi offrono alle destinazioni" ha detto Audino. "L’occasione è giusta, quindi, per annunciare la collaborazione che BTC ha definito con IMEX per organizzare in Italia il Politicians Forum e avviare così anche nel nostro Paese un imprescindibile momento di confronto fra gli operatori del settore e le istituzioni”.

Lo scorso anno, sempre in occasione della convention Federcongressi&eventi, BTC aveva acquisito, su incarico dell’associazione, la gestione dell’Osservatorio Congressuale Italiano, impegnandosi a rinnovarne il modello introducendovi una parte di calcolo del valore economico del settore tramite l’analisi della domanda. Il primo modulo del nuovo Osservatorio, ha confermato Paolo Audino, sarà presentato in BTC il prossimo giugno.

"Dobbiamo imparare a sentire BTC come la nostra fiera", ha detto Paolo Zona, presidente di Federcongressi&eventi, nel suo discorso ai soci. Ora, con l’annuncio che BTC porterà in Italia il programma fieristico “più strategico” per il settore, l’invito di Zona appare ancor più motivato. BTC conferma infatti l’assunzione di un ruolo centrale nella vita della meeting industry italiana: i due ambiti – lo studio sul valore economico degli eventi e il coinvolgimento della politica affinché supporti lo sviluppo del settore – sono strettamente legati e cruciali anche per determinare la competitività futura dell’Italia degli eventi sui mercati internazionali.

Margherita Franchetti

Commenta su Facebook