Londra e Vancouver stringono un accordo per condividere le esperienze olimpiche
A

Gordon Innes (London & Partners) e Lee Malleau (Vancouver Economic Commission)

Trasformare le Olimpiadi in un’occasione di crescita e di business a lungo termine per la città ospitante si può. È quello che cercano di fare tutte le destinazioni che sono o saranno sede olimpica, innanzitutto condividendo esperienze, criticità e best practice.

Al gala dinner del congresso Cities Summit 2012, tenuto l’1-2 febbraio al Vancouver Convention Centre (proprio sul tema dello sviluppo delle città), hanno siglato un accordo di condivisione London & Partners (agenzia di promozione territoriale e convention bureau della capitale britannica) e Vancouver Economic Commission (agenzia per lo sviluppo economico della metropoli canadese).

In base alla lettera di intenti firmata, la città di Vancouver, che ha ospitato gli ultimi Giochi Olimpici e Paralimpici invernali nel 2010 e visto crescere considerevolmente da allora la propria notorietà e attrattiva di business (vedi sotto notizie correlate), e Londra, che si appresta a ospitare l’edizione 2012 delle Olimpiadi, si confronteranno per scambiare idee, esperienze e progetti finalizzati soprattutto ad acquisire altri grandi eventi internazionali e potenziarne l’eredità generata sulla città.

“Questo accordo sancisce la ferma intenzione di Londra di sfruttare le Olimpiadi quale reale catalizzatore per imparare e condividere, al fine di cambiare la nostra grande città e renderla sempre più attraente per i futuri visitatori” ha detto Gordon Innes, CEO di London & Partners. “Siamo anche favorevoli a condividere le nostre esperienze e iniziative con altre città del mondo che hanno ospitato l’evento nel passato, come Vancouver, o lo faranno nel futuro, come Rio de Janeiro”.

In vista delle prossime Olimpiadi, Londra ha attivato numerose iniziative per accrescere l’appeal della città e trasformarle in occasioni di business e crescita strutturale: il primo passo è stato quello di unificare, meno di un anno, fa le diverse organizzazioni di promozione territoriale e il convention bureau nell’unica agenzia London & Partners.

Commenta su Facebook