Il Convention Bureau Italia continua a lavorare e incontra le Regioni
A
Nonostante le continue voci di una sua possibile e prossima chiusura nel contesto del riordino della spesa pubblica avviato dal Governo Monti, il Convention Bureau Italia prosegue nelle attività pianificate, presentate lo scorso giugno a BTC – la Fiera degli Eventi: la scorsa settimana si è svolto l’incontro con i rappresentanti delle Regioni, partner fondamentali con cui programmare le azioni di promozione unitaria del nostro Paese, ai quali sono state presentate le iniziative avviate dal bureau per il 2012.

L’iniziativa ha coinvolto gli Assessorati e le Direzioni regionali con delega in materia di turismo, con l’obiettivo di stringere una fattiva collaborazione nell’attività di promozione e per la costituzione del database dell’offerta congressuale. Il bureau ha infatti in progetto la mappatura dell’offerta di tutta la filiera nazionale per meeting ed eventi, da selezionare in base a requisiti condivisi.

“La strategia della promozione della destinazione Italia”, spiega il direttore generale del Convention Bureau Italia Patrick Hoffnung, “si articola su due livelli: valorizzare le specificità e la varietà delle destinazioni emblematiche per acquistare quote di mercato sul segmento congressi/eventi e far emergere nuove destinazioni per sviluppare il prodotto MICE internazionale sugli altri segmenti”.

Gli strumenti messi in campo saranno la presenza continua sui mercati internazionali, tramite personale dedicato specificatamente al segmento congressuale presso le sedi Enit estere, e le azioni di promo-commercializzazione mirate a rafforzare le relazioni con i target di riferimento.

Il mese scorso si era svolto un analogo incontro con i rappresentanti dei convention bureau territoriali e degli operatori del settore, che aveva portato alla condivisione delle scelte sulla partecipazione alle fiere di settore internazionali, all’organizzazione di eventi promozionali, alla condivisione di dati.

Commenta su Facebook