Il congresso internazionale Design & Health 2012 va in Malaysia, porterà 2,6 milioni di euro
A
Nel 2012 la Malaysia ospiterà l’ottava edizione dell’evento Design & Health World Congress & Exhibition (WCDH): cinque giorni di lavori dedicati al rapporto tra progettazione e salute, benessere e qualità della vita, con focus sulle economie emergenti in Asia, Africa e Medio Oriente. Il congresso, che si svolgerà dal 27 giugno al 1° luglio al Kuala Lumpur Convention Centre, è promosso dalla International Academy for Design and Health (IADH) con sede a Stoccolma: sono attesi 1.000 delegati e si prevede che il congresso porterà un indotto economico pari a 2,6 milioni di euro (11,2 di dollari malesi).

La gara per acquisire l’evento è stata guidata dal Malaysia Convention & Exhibition Bureau (MyCEB) con il supporto del Ministero malese della Sanità e i Lavori pubblici e tre associazioni malesi partner: il Malaysian Institute of Architects (PAM), la Public Health Physician Association of Malaysia e l'International Islamic University.

“La scelta della Malaysia come sede del congresso è stata frutto dell’impegno del governo per la salute dei cittadini e per le strutture sanitarie” ha sottolineato il viceministro della Sanità, Datuk Rosnah. “Il Paese ha bisogno di cambiare il modo di pensare della gente verso stili di vita sani: ecco cosa ci manca per competere in tutti i campi sulla scena mondiale”.

“Il successo crescente della Malaysia nell’attrarre congressi internazionali va attribuito al nostro eccellente rapporto qualità prezzo” ha commentato il CEO del Malaysia Convention & Exhibition Bureau, Zulkefli Hj Sharif, ricordando che per quanto riguarda il travel il Paese è al terzo posto nella classifica 2011 Most Price Competitive Country del World Economic Forum.

Il Kuala Lumpur Convention Centre fa parte del complesso Petronas, che comprende le famose Twin Towers: nei suoi 20.000 metri quadri ospita, tra le altre, una sala plenaria da 3.000 posti, una Grand Ballroom da 2.380 posti e una sala modulare da 1.800 posti.

Commenta su Facebook