Il video mapping in 3D di Magina chiude l’incentive Tupperware a Napoli
A
Uno spettacolo di luci e suoni di grande impatto visivo, proiettato sulla facciata settecentesca di Villa Campolieto a Ercolano, vicino a Napoli, è stato il momento culminante della cena di gala Tupperware International, che concludeva un evento di incentivazione di tre giorni nel capoluogo campano cui hanno partecipato 380 rappresentanti dell’azienda provenienti da Europa e Medio Oriente.

L’evento è stato ideato e realizzato dall’agenzia padovana Sistema Congressi, la cui managing director corporate events, Vania Calzavara, ha coinvolto l’agenzia di comunicazione ed eventi riminese Magina nella produzione della spettacolare serata.

“La serata di gala, iniziata con un aperitivo nell’esedra della villa, è proseguita con la cena nelle sale affrescate. La proiezione era prevista all’esterno, a conclusione della cena: abbiamo quindi previsto uno spettacolo lungo, di 9 minuti, per compensare la possibile disattenzione degli ospiti dovuta al contesto conviviale. Non era necessario: tutti, nonostante il vino, l’allegria e le risate, hanno seguito la proiezione in silenzio assoluto e a bocca aperta” racconta Grazia Sapigni, socia di Magina.

Il video mapping è uno strumento ad alto impatto emotivo che Magina è riuscita a rendere economicamente accessibile grazie al contributo di un pool di artisti, professionisti e architetti diretti dal regista “di casa” (in quanto socio dell’agenzia) Rob Budde, che ha ideato lo spettacolo Tupperware.

“L’Italia, con i suoi magnifici palazzi, castelli e ville si presta egregiamente alle proiezioni di video mapping. Per il nostro prossimo progetto affiancheremo il mapping in 3D a una performance di danza verticale, con acrobati e ballerini che si muoveranno sullo sfondo dell'edificio su cui saranno proiettati gli effetti speciali video" anticipa Grazia Sapigni.

Ecco una parte del video mapping realizzato per Tupperware:

Commenta su Facebook